ULTIM'ORA

Bianchi, trauma celebrale: lesione assonale diffusa.

F1: Bianchi; la famiglia, danno neuronale diffuso

Ansa – resta ricoverato nel reparto di terapia intensiva del Mie General Medical Center, a Yokkaichi. Le sue condizioni sono “critiche ma stabili” hanno fatto sapere i genitori Philippe e Christine, con un apparso sul sito del team Ma. In quello che è di fatto un bollettino medico, si parla di “danno assonale diffuso” come conseguenza del violentissimo impatto tra la monoposto del 25enne pilota nizzardo ed il muletto-gru a bordo pista, domenica sul circuito di , al 42/o giro del Gran premio del Giappone.

Cos’e’ la lesione assonale diffusa
Questo tipo di lesione causa ruzioni permanenti e irreversibili degli assoni, i conduttori che trasmettono il segnale elettrico tra i neuroni. Si tratta di un grave trauma cerebrale e non esiste una terapia specifica. L’estensione del danno, causato nel caso di dalla improvvisa decelerazione, costituisce un’ulteriore fattore di pericolo.

Arrivato in ospedale il professor Gerard Saillant, accompagnato da Nicolas Todt, agente di , e figlio del presidente della , Jean Todt. Con quest’ultimo, Saillant ha fondato nel 2010 l’Istituto del Cervello e del Midollo spinale (Icm). E’ inoltre il neurochirurgo che per primo ha seguito Michael Schumacher dopo il colpo alla testa causato dalla caduta sugli sci a Meribel. A Yokkaichi è giunto anche Alessandro Frati, neurochirurgo dell’Università degli Studi di ‘La Sapienza’, volato in Giappone su richiesta della Ferrari. “Si sono incontrati con il personale medico responsabile del trattamento di Jules” hanno fatto sapere i familiari. Che nel ringraziano per “i messaggi di sostegno e affetto” giunti “da il mondo”, “fonte di grande conforto per noi. I medici stanno fornendo le cure migliori, siamo grati per quello che hanno fatto per Jules dopo il suo ”.

Mentre lotta per la vita, non si placano le polemiche per la dinamica dello schianto, soprat sulla decisione della direzione di gara di non far entrare la safety car, nonostante la presenza nella via di fuga del camion gru per rimuovere la di Sutil uscita di pista poco prima. Il mentre sulla pista imperversava il ne Phanfone, che rendeva la visibilità proibitiva e l’asfalto infido. Già dopo l’ l’ex ferrarista Felipe Massa aveva puntato il dito contro la gestione delle fasi di gara.

Un video diffuso su Youtube mostra i momenti dello schianto della Ma di sulla gru che stava spostando un’altra monoposto incidentata e le immagini aumentano la preoccupazione per la sorte del pilota: l’auto è arrivata come un missile contro il retro del pesante mezzo meccanico, fermando la sua corsa in pochi metri.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply