ULTIM'ORA

W Benitez, ‘turn-over’ ancora pericoloso!

url-2

di Paolo Paoletti - Passerà quasi inosservata la vittoria con l’Atalanta. Ma questa partita ha detto ciò che tutti dovevano capire del : 9 punti in 3 partite, capoclassifica, ma la differenza la fa solo Rafael Benitez!
Tre motivi: 1. diversa educazione e cultura iva, 2. solo giocatori adatti alla sua visione, 3. esperienza nazionale e quindi mentalità vincente.
Solo per questo dovrebbe ringraziare a vita Walter .
Restano i problemi che, su scala diversa, hanno afflitto anche : rosa incompleta, solo 11 titolari, pericoloso turn over!

ha gufato alla grande: pari previsto a San Siro, meno quello del a . Dive scoppia la prima bufera in campo con l’arbitro. E ancor di più negli spogliatoi per la telefonata fuoribonda di Silvio . IL è primo, tra mercoledi e domenica capirà fin quando potrà esserlo.
Il Dortmund sta sbancando la Bunsliga, se Allegri perde col è licenziato.

Benitez è ansioso di tornare a San Siro, ma prima la pratica Borussia non sarà una passeggiata. Svuoterà gli azzurri, ai quali solo un risultato positivo può rinnovare forze già al lumicino dopo 1 mese.
Il ha trovato il vantaggio solo quando sono entrati Hamsik e Callejon. Non è una casualità. Gianni Di arzio ha svela che Mertens non è un giocatore richiesto da Benitez, contro l’Atalanta si è capito perchè. E il cinepresidente smetta di fare di testa sua, se si vuol salvare vincendo qualcosa di serio si metta genuflesso davanti al tecnico spagnolo mandando a Pompei pregando la Madonna di liberare il di tutti i bidoni rimediati in questi anni.

La partita l’ha persa l’Atalanta, più che vinta dal . Due errori di Denis sono stati decisivi, fatale l’espulsione di Cigarini. ha sfruttato il rimpallo giusto dopo diverse occasioni perse e Callejon ha chiuso con freddezza e precisione. Cinquanta milioni, per adesso, ben spesi.

Nelle pme ore riveleremo come e perchè fu invece acquistato Vargas. Adesso godiamoci -Borussia Dortmund. Dimenticando le fesserie che quotidianamente ci regala , da cui deve difendersi sopratutto Don Rafè!
Amen.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply