ULTIM'ORA

Anche l’Europa League è troppo: noi senza speranza.

C_29_articolo_1053424_upiImgPrincipaleOriz

di Paolo Paoletti - Olimpiakos (9 punti) che ha fatto trema la , Zenit San Pietroburgo (7), Sporting Lisbona (7), Liverpool (5), Anderlecht (6), Aiax (5), Atletich Bilbao con 7 punti, sono le squadre che con la a 5 punti sono retrocesse in .
Leggo da più parti che l’Italia con 4 forse 5 squadre dovrebbe vincere la Coppa che da quest’anno qualifica alla Champions. Non capisco perchè!
La ha chiuso con 5 punti come il criticatissimo Liverpool e la banda baby dell’Aiax. L’Olimpiakos è uscita addirittura con 9 punti mentre Zenit, Anderlecht e Atletich Bilbao con 7, due più della . Perchè dovremmo per forza vincere un torneo dove c’è gente che ha fatto meglio della nostra seconda squadra più forte in Italia?
, Inter e Napoli, in ordine di qualificazione ai 16esimi europei, se la passano maluccio in serie A. Il Toro si trova in Europa per ‘caso’, ed ha perso Immobile e Cerci. Da dove arriva quindi tutta questa tracotanza?

Il Napoli tra agosto e settembre ha fatto una figuraccia con i baschi, stritolati da Porto e Shachtar. Adesso è toccato alla fatta fuori da suoi stessi errori marchiani. La è appesa al filo del sorteggio di Nyon…
Il ranking ci condanna: con 1 sola rimasta in Champions è inevitabile. Non vinciamo nell’Europa dal 2010 con l’Inter del Triplete, da allora l’abisso. Non all’altezza della prima competizione europea, snobbiamo l’Europa dei Poveri, proprio perchè elargisce pochi soldi. Il prestigio dei titoli agonostici ci lascia indiffreneti ed è il cane che si morde la coda…
Senza più mecenate, Moratti l’ultimo, non torneremo mai più tra i grandi del .

Ciò significa: sempre meno soldi, campioni col contagocce, zero vittorie.
L’isolata tra le 16 migliori è un dramma, conseguenza della pochezza del italiano.
E’ che sia rimasta solo la in Champions non è un caso un caso…
Dopo due fallimenti costati il 7° posto, i bianconeri hanno fatto la rivoluzione: nuovo presidente tornando al cognome Agnelli, nuova governance, nuovo progetto con al centro lo , aumento del fatturato, squadra valida capace di voincere 3 scudetti di fila ma non di competere in Europa.
La è lontanissima da Real, Barcellona, Bayern Monaco, e come spiega Buffon: “per vincere una Champions servono Messi o Ronaldo”, ma è tornata competitiva. Vedremo quando da marzo.

Ora però conta portare a casa quel che si può. Vincere l’ è il massimo possibile, ma chi sacrifica il campionato per questo obiettivo?
Garcia ha il dovere di puntare lo scudetto. Napoli, e Inter lotterenno per il che significa soldi. Il se arriva ai sedicesimi è un miracolo.
Cinque squadre, tanta alle spalle, nessuna delle italiane però è attrezzata per vincere l’.
Come non lo sono le inglesi Liverpool malridotto e Tottenham insipido. E le spagnole che schierano Athletic Bilbao, Siviglia, finalista lo scorso anno, Villarreal.
Per niente battibili, come Olimpiakos, Zenit, Sporting Lisbona e Shachtar…

Per questo non illudiamoci: risalire l’Europa è impresa impossibile a breve come raggiungere la finale di Varsavia.
Chi racconta altro, imbroglia.
Una volta puntavamo la Champions, oggi anche l’ è troppo per noi.
Chi ci ha distrutto, Lega e Figc, ora pagano!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply