ULTIM'ORA

Ancelotti rifiuta ordini da ADL: non facile vincere!

235335833-704f1f87-4928-430c-89d9-bedd49bfcf99

di Bianca Latte – Esordio assoluto per Carlo Ancelotti in . Primo avversario del Napoli lo . “Vincerla renderee la stagione indimenticabile ma non è fa perché è molto lunga – ha spiegato il tecnico – ma aiamo carte da giocarci. Siamo soddisfatti di quanto fatto, possiamo fare di più e quel poco può aiutarci a vincere”. Su Hamsik: Non è ancora definito, ma credo andrà come preventivato”. Insigne ci crede: “Possiamo vincere la coppa”.

CONFERENZA. Mister, come ti spieghi alcune prestazioni fuori visto che al San Paolo invece controlla le partite?
“Io voglio essere autocritico, ma le prove ci sono sempre state, poi non sempre aiamo concretizzato, soprat fuori con Milan, Inter e Fiorentina. Le aiamo messe sotto, ma senza trovare il risultato. Non so se è un problema psicologico, ma con più efficacia il risultato saree stato diverso, ma in una stagione capitano momenti così sotto porta, come per Milik, Lorenzo, Mertens uguale e questo va accettato. Sono dettagli perché se ci fosse stato il risultato e non la prova saremmo stati tutti più nti, ma meno nto io, invece la prestazione c’è stata”.

La scelta del portiere dipende dalle condizioni fisiche o da altro?
“E’ ta a condizioni fisiche, Ospina non s’è allenato, se oggi si allena e sta bene gioca lui, altrimenti Meret”.

Mister, quanto l’ nel giudizio della stagione?
“Potree certificare il fatto che la stagione è positiva, poi vincerla la renderee indimenticabile ma non è fa perché è molto lunga, a partire da oggi qui, ma aiamo carte da giocarci. Siamo soddisfatti di quanto fatto, possiamo fare di più e quel poco può aiutarci a vincere la coppa”.

L’anno pmo metterai di più la mano visto che sta finendo un ciclo?
“La mano ce l’ho messa anche quest’anno. La squadra per me ha un futuro, il gruppo è aastanza giovane, con giocatori d’esperienza, anche se Hamsik ha lasciato ed entrano altri giovani. C’è la volontà di migliorare la squadra e renderla ancora più competitiva, ma lo siamo stati finora e lo saremo. Non è un anno di transizione, aiamo tanto da giocarci”.

Ieri 2-0 del PSG a Manchester, il Napoli ha rischiato di mettere fuori una delle candidate alla vittoria.
“Non potevamo fare di più, il risultato di ieri conferma che il PSG punta a vincere la competizione. Aiamo fatto il massimo, ora è un’altra competizione e c’è da giocare con lo stesso spirito, ma andiamo piano, pensiamo prima a questo turno”.

E’ la sua prima , come si prepara fisicamente visto che il giovedì è più diffi?
“Non cambia molto, c’è più tempo per prepararla visto che si gioca il giovedì, meno invece per il ma non cambia molto perché i giocatori delle big sono abituati a questi ritmi. Non c’è problema”.

Che consiglio dà al tecnico dello Magnin?
“Non lo conosco, ho visto che la sua squadra ha una mentalità positiva, propositiva, è diffi per me dire cosa fare un altro allenatore. Per migliorarsi serve la passione, poi è inevitabile migliorare”.

Hamsik in , lo possiamo dare per fatto?
“Io sono rimasto a giovedì scorso, l’ho salutato, poi non l’ho più rivisto. Non è ancora definito, ma credo andrà come preventivato”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply