ULTIM'ORA

Ancelotti: chi avrà paura perderà! Pirlo è come un fratello…

carlo-ancelotti-press-conference-21042015_p6dcfqpptph319mbp0xoad03g

di Antonella Lamole - Nessuna voglia di considerare il suo Real come favorito: “Se la è arrivata sino a questo punto vuol dire che ha meritato il traguardo. Motivo per il quale non è certo la meno favorita. Morata? Ha la stessa importanza di tanti altri giocatori della : ci sono , Buffon, Vidal, Pirlo e tanti altri. Credo che tutte e 4 le semifinaliste abbiano le stesse possibilità. Non dimentichiamoci che parliamo della League: se hai coraggio vinci, se hai perdi”.
Carletto Ancelotti è sorridente, ne ha vissute tante ma questa con la è una vigilia non fa.
“Ho già in mente gli undici che scenderanno in campo, ma non voglio dirlo. La ha delle caratteristiche diverse rispetto all’Atletico Madrid, le piace molto tenere la palla. La vittoria dello l’ha sicuramente galvanizzata. Hanno dalla loro parte giocatori di qualità e d’esperienza. E’ stato molto bravo Allegri a dare alla sua squadra un certo equilibrio”.

Questione di modulo?
“Cambierà poco il fatto che giocheranno a tre o a quattro in difesa. Così come non credo che questa sfida sarà decisa da un solo giocatore. Potremo sicuramente avere maggiore difficoltà se non ci muoveremo bene sia senza che con la palla e se non riusciremo ad avere un buon ritmo di gioco”.

Dopo la , l’occasione di giocare una seconda finale di fila…
“Il nostro obiettivo è quello di fare vedere un calcio d’attacco, facendo maggiore attenzione alla fase difensiva. Giocheremo sempre con quattro uomini dietro. Ci sarà spazio per Hernandez? Come sta Ronaldo? Cristiano sta bene, anche Bale è al 100%. Se siamo arrivati qui è anche grazie al Chicharito, che sarà ancora importante per noi. Il nostro obiettivo è chiaramente quello di tornare a giocare la finale di League, ci proveremo sino in fondo. Sappiamo che sarà diffi, ma siamo molto vicini all’obiettivo. Stiamo bene come squadra e siamo in grado di poter rimpiazzare al meglio coloro che sono infortunati”.

Non ama la come ambiente, ma per Andrea Pirlo c’è sincera amicizia: “I due anni che ho passato qui alla mi hanno aiutato molto a crescere dal punto di vista professionale. Ho avuto solamente dei problemi con alcuni , qui. Pirlo è un giocatore fantastico. Ha detto che mi considera come un padre, io lo considero come un fratello”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply