ULTIM'ORA

Marina Alabu, oro Londra 2012, confessa: ho la Zika.

Marina Alabu Neira (ESP) who won Gold Medal today, 07.08.12, in the Medal Race Women's Windsurfer (RSX) event in The London 2012 Olympic Sailing Competition.

La spagnola Marina Alabau, nella classe RS:X della vela a Londra 2012, ha raccontato a Marca di aver contratto la Zika, il virus che sta terrorizzando gli ivi che dovranno partecipare alle di Rio. “Ho avuto tutti i sintomi. Mi è venuta prima di , durante le gare delle Coppa del – ha spiegato – E’ molto peggio l’influenza. Mi sembra esagerato se un atleta non ci va a causa di questo”.
La Alabau, grande rivale della nostra Alessandra Sensini, ha contratto il virus a dicembre nelle gare preolimpiche. “Il mio medico mi ha detto che si è trattato della Zika – ha spiegato l’olimpionica di Londra 2012 – perché i sintomi erano proprio quelli. Ora vorrei che la cosa fosse certificata, principalmente per capire se ora sono immunizzata”.

Poi la velista spagnola ha descritto i sintomi e gli effetti del virus: “Le macchie rosse che avevo dapper erano simili a quelle che vengono fuori quando sei allergica a qualche alimento. Il giorno dopo avevo dolori articolari, e mi hanno detto di andare in ospedale, ma ho pensato che era meglio andare a casa e l’ho fatto. Mi sentivo come se mi avessero messa Ko. Certo due mesi fa di questo virus non se ne parlava tanto, ma il medico, e anche la dottoressa della spagnola, mi hanno detto che ho preso la Zika”.

Insieme a lei c’erano il marito e la figlia, ma il virus lo ha contratto solo la velista. “Non porterei mia figlia a Rio per l’Olimpiade, però se un atleta non ci va a causa di questo mi sembreree un’esagerazione. E’ molto peggio l’influenza, non è la fine del mondo”.

PRESIDENTE CIO. Alle parole stizzanti della Alabau, fanno seguito le dichiarazioni del presidente del Cio, Thomas Bach. “Finora nessun paese ha manifestato l’intenzione di rinunciare ai Giochi di Rio. Ma ciò non esclude che stiamo affrontando molto seriamente la questione della Zika. Pensiamo che per atleti e presenti a Rio ci saranno tutte le condizioni di sicurezza – ha aggiunto Bach – e da parte dell’Oms non ci sono stati divieti”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply