ULTIM'ORA

Agnolin: arbitri sudditi, moviola e sorteggio.

05Ongaro-sorride-Como-vs-Juve-Agnolin

di Ladila Moretti - “La sudditanza psicologica esiste in tutti i settori della vita ed il settore arbitrale non ne è immune. Di fronte ad un capace probabilmente la sudditanza non esiste. L’esperienza, l’educazione e l’allenamento aiutano ad essere neutrali in tutte le cose della vita.
Prendo spunto dalle partite di Coppa di qualche giorno fa dove sono state mosse critiche a degli arbitri per il loro comportamento. Qualcuno pensa siano favorite squadre che hanno una ed un certo spessore. Io continuo ad insistere nel dire che uno degli elementi che portano ad avere arbitri bravi è l’insegnamento”, Luigi Agnolin grande degli Anni ’80-’90 interviene sulla questione che ridicolizza il calcio italaino.

Spiega: “Gli arbitri prima erano liberi perché le loro decisioni non mettevano a repentaglio la loro carriera. Oggi invece sono professionisti e sulle interpretazioni dei match potrebbero intervenire discorsi economici. In situazioni dubbie se l’ non è molto competente è fa che possa privilegiare determinati . Ciascuno lavora e cerca di fare del proprio meglio cercando di non perdere la propria posizione”.

Cosa fare?, Agnolin la pensa così… “Sorteggio? Mi piacerebbe che questo discorso venisse affrontato a bocce ferme e non nell’arco di un . Trovo fuori luogo parlare di sorteggio in una situazione di disagio. I tempi del calcio maturano e sono in continua evoluzione. Indipendentemente dal numero delle persone chiamate a decidere sul campo, credo sia diffi vedere . Sono favorevole a dei supporti che aiutino le decisioni arbitrali senza togliere che il lato umano deve restare sempre.
Gli assistenti arbitrali alla luce delle di oggi stanno interpretando le partite in modo eccellente. L’errore è naturale perché siamo esseri umani. La in questo sto è utile”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply