ULTIM'ORA

ADL senza uscite: c’è solo Mazzarri, la squadra dice no!

CAL9F24_3595160F1_7178_20130512204330_HE10_20130513--473x264

di Paolo Paoletti - è in un vicolo cieco!

Sa che cacciare Gattuso lo metteree al centro di asprissime polemiche nel dovere di addossarsi colpe che di solito è abituato a scaricare sugli allenatori…

Benitez non ci pensa proprio a subentrare, Mazzarri è allettato da Marsiglia. Altri sono nomi tanto per sparare . Figuriamoci se o Spalletti verreero a a sputtanarsi e per pochi !La situazione è tragica: molto dipenderà da come si schiera la squadra, ed è proprio per questo che ADL ha bloccato l’ del tecnico. Vuole dare parte delle colpe anche alla squadra secondo il cine-presidente assolutamente scollata e priva di amor proprio.

Ovvia risposta al modo di gestire il , modalità che i giocatori non accettano non fidandosi più del o meglio del suo padrone. UN esempio per tutti, le multe per l’ammutinamento mai cancellate anche se tenute stand by per motivi di convenienza.

Gattuso ha sbagliato a rivedere il 4-3-3, Bakayoko non ha aggiunto nulla, anzi. Aver puntato tutto su Insigne non ha dato i frutti sperati. La permanenza di Koulibaly, con Manolas suo doppione, ha confermato tutti i iti di impostazione della difesa. Non parliamo degli esterni dove Hysaj e Mario Rui sono inesistenti. Reparto diventato cruccio della squadra da quando sono andati via prima Rejna poi Albiol.

Senza un vero regista e con molti centrocampisti che faticano nel ruolo di mezzeali, in mezzo si balla spesso in inferiorità numerica.

In se il è una delle squadra in che tira di più ma segna di meno un motivo di sarà.

E se questa non è una squadra sconclusionata, qualcuno dica di che stiamo parlando. Gattuso è a bagno maria. Deve cuocersi nel suo brodo, ma il continua  a perdere occasioni sui occasioni. Non dovesse finire tra le prime 4, svenderà i migliori. E si riparte punto e a capo.

Dove è quella lungimiranza, il drago degli affari, il management rivoluzionario che i cortigiani conniventi hanno per anni narrato?

Quest’è!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply