ULTIM'ORA

ADL frusta Rafa: Napoli seduto, io no. Cerco 150mln…

C_29_fotogallery_1007874__ImageGallery__imageGalleryItem_7_image

di Nino Campa - De Laurentis è in da sabato sera per stare vigilare la squadra in vista della sfida di Supercoppa contro la Juve. AdL ha assistito all’ della vigilia è lanciato accuse alla squadra: “Molti giocatori si sono seduti dal punto di vista psicologico visto che non possono lottare per lo ”.
Il cinepresidente insoddisfatto di questa prima parte di stagione del Napoli, sprona il Napoli alla vigilia di una partita che vale sopratutto nuovo entusiasmo per l’ambiente: “Se i giocatori si sono seduti, io invece li ho tenuti sulla corda perché sono grandi giocatori e devono dimostrarlo”.
Altro indiretto a R : “E’ un tecnico di dimensione inter, a me piace tantissimo per la sua cultura. Se vorrà restare sarò felicissimo, se invece non avrà pazienza ce ne faremo una ragione. Il è andato comunque avanti dopo il suo addio”.
Pazienza de che…? Alla faccia di , del rispetto dei ruoli, dell’internazionalizzazione che ha fatto conoscere il Napoli in tutto il Mondo, come sbandierato nei giorni scorsi.
“Bisogna pazientare, non posso permettermi due centrocampisti con ingaggio milionario, non rientra nel nostro budget e R deve capirlo. Non voglio mandare sottosopra il club, deve trovare altri 150 milioni di euro l’anno per essere competitivo a tutti i livelli. Potrei sganciarmi dal comune per lo e studiare come coinvolgere 150mila tifosi. Non sarà un azionariato popolare: con i tecnici sto lavorando a questa cosa innovativa per giocarcela alla pari con tutti da qui a 5 anni. Cedere il club? Sarà il presidente ancora a lungo, finché vivrò guiderò il club”.

Pazienza ne ha avuta anche troppa, per questo R chiede al suo Napoli di giocare alla . “La Juve è davanti in campionato ma nella partita secca contano voglia di vincere, mentalità e intensità. Nella testa abbiamo solo questa partita, rispettiamo gli avversari ma noi conosciamo la nostra forza per vincere”.
La sfida del tecnico spagnolo è chiara: con me o contro di me…
“E’ importante per noi, per il club, per tutti i tifosi: vogliamo vincere. Lo qui a Doha sarà pieno, ma i giocatori nel cuore e nella testa sanno cosa vogliono i nostri tifosi a Napoli. In una finale non c’è bisogno di caricare troppo, è la partita stessa a dare la carica”.
Toccata e fuga per De Laurentis, come accade ormai puntualmente da 1 mese a questa parte!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply