ULTIM'ORA

Wimbledon: Nadal a casa, federer e Murray ai quarti.

Britain Wimbledon Tennis

di Mary Bridge - Roger Federer e Andy Murray vanno ai quarti di nale dei hips.
Rafa va a casa, battuto dal 34enne lussemburghese Gilles Muller al termine di un match-maratona durato 4 ore e 48 minuti!

Non è record di durata, perché proprio sull’erba londinese venne giocata la ‘partita innita’, di 11 ore e 5 minuti, tra Isner e Mahut nel 2010, ma è comunque la sorpresa dell’anno, risultato che avrà fatto felici gli scommettitori e le pune su Muller, il quale sempre a Wimbledon aveva già battuto nel 2005.

Punteggio: 6-3 6-4 3-6 4-6 15-13 a favore di Muller che dice: “Non riesco ancora a izzare bene quello che ho fatto, è una sensazione incredibile. Stavo già pensando di dover tornare il giorno dopo e invece sono strafelice che sia nita così”.

Lezione di anche del 7 volte vincitore di Wimbledon, Federer, che in un’ora e 38′ ha superato il bulgaro Grigor Dimitrov (6-4 6-2 6-4), raggiungendo per la 50esima volta i quarti in uno Slam, e per la 15esima all’All England . “Non so quanto mi stia aiutando aver rinunciato al Roland Garros – fa noe lo svizzero – Per andare avanti nel torneo oltre allo stato sico bisogna anche avere un pizzico di fortuna e nora è andata tutto bene”.

Nel prossimo turno lo attende il canadese Milos Raonic, nalista lo scorso anno, in rimonta su Alander Zverev dopo essere stato sotto due set ad uno (4-6 7-5 4-6 7-5 6-1).
Ha sofferto nel primo set ma poi ha condotto con fermezza il punteggio Andy Murray, che in tre set si è liberato del francese Benoit Paire (7-6 6-4 6-4). Mercoledì lo scozzese, che ha raggiunto per la volta i quarti sui prati di Church Road, sderà lo statunitense Sam Querrey, al quinto set contro il bombardiere Kevin Anderson.

Tutto fa per Marin Cilic: con un triplice 6-2 il croato, che non ha ancora concesso un set in quattro match, ha liquidato lo spagnolo Roberto Bautista Agut e ora se la vedrà con Muller. Decisamente più sofferto e combattuto il successo di Tomas Berdych sull’austriaco Dominic Thiem, costretto ad arrendersi nel quinto set (63 67(1) 63 36 63).

Saranno i hips a stabilire chi sarà la nuova regina del femminile.
Dopo la scontta – inattesa – di Angelique Kerber contro la spagnola Garbine Muguruza (46 64 64), è corsa a due per la sua suc. La favorita è la rumena Simona Halep, vincente su Victoria Azarenka (7-6 6-2), alla quale domani (oggi, ndr) nei quarti basterà battere Johanna Konta, sopravvissuta alla battaglia contro Caroline Garcia (7-6 4-6 6-4). Spettatrice interessata di questa sda è stata Karolina Pliskova, che pure ha perso a Wimbledon al secondo turno, destinata all’incoronazione in caso di scontta di Halep. Ancora in gara Venus Williams, che in un’ora ha liquidato Ana Konjuh (6-3 6-2), prenotando i quarti contro Jelena Ostapenko, autorevole contro Elina Svitolina (6-3 7-6).