ULTIM'ORA

Wanda rompe con l’Inter: Mauro, togli il manager dal letto!

Wanda-Nara-2011_05

di Nina Madonna - rompe con l’ e apre ufficialmente la crisi tra Mauro e i nerazzurri.
La polemica corre su Twitter, dove la moglie e agente dell’attaccante, prima ha twittato la parola #, poi ha retwittato il seguente messaggio: “Wanda ritiene che avesse promesso adeguamento a da giugno scorso. Adesso invece non si tratta il , è ferrea”.

Un re poi cancellato. Ma Wanda poi è andata oltre, rilasciando un’vista bomba a .com: “L’ vuole vendere . Spiace andare via, ma la situazione economica del è questa: speriamo che la società non chieda troppo per cederlo”.

Ecco cosa ha detto a .com:
“Da quanto sto notando, l’ ha messo in vendita Mauro . Ci sono molti essati. Valuteremo la situazione con il massimo rispetto per tutti. A Mauro dispiaceree molto lasciare l’, peró aiamo capito la situazione economica del e che evidentemente non possono trattenere . Non c’è clausola rescissoria e speriamo l’ non chieda cifre fuori mercato, ma coerenti con il suo contratto”.

Parole pesantissime, che cozzano però con la ferma volontà dell’, secondo cui non è in vendita e non ha bisogno di un di contratto. Sì perché Wanda, a quanto pare, si aspettava il del contratto per Maurito dopo l’arrivo del Suning. aveva rinnovato con l’ nel giugno 2015 fino al 2019. Il sentimento, in casa dell’argentino, è che la “mancanza” di considerazione da parte del si sia trasformato in volontà da parte dell’ di cedere l’attaccante. Un’eventualità che il nerazzurro nega con forza.

La moglie di si trova attualmente a , ma è da escludere qualsiasi contatto col Monaco. Piuttosto, come spiega il quotidiano spagnolo As, è l’ a scaldare le acque. Anzi, a stringere. L’indiscrezione rimbalza con forza dalla Spagna, dove As addirittura riferisce di un incontro in programma nei prossimi giorni a Ibiza tra Wandae i dirigenti del spagnolo. Simeone ha intenzione di affidare il ruolo di centravanti a Maurito, che con Griezmann formeree una coppia spaventosa.

In ogni caso bisognerà poi convincere l’, che non ha la minima intenzione di liberarsi del r argentino. Inoltre, per la nuova proprietà cinese, presentarsi con la cessione del proprio capitano non saree certo il miglior biglietto da visita, ma una maxi offerta potree sciogliere ogni duio.