ULTIM'ORA

Wanda piange? Faccia la soubrette. Icardi chieda scusa e cambi agente!

wanda-icardi-16-mag

Dopo una settimana di fuoco Wanda Nara racconta la sua a .
La moglie-agente (piange in pulico? Lacrime di coccodrillo, perchè concludere dopo la chiusura di telefonata di che Icardi non rmerà più un con l’Inter è la vera dichiarazione di guerra…) si è sciolta svelando il contatto con Moratti: “Gli ho chiesto aiuto perché Mauro stava soffrendo. Questa situazione si deve risolvere”.

Poi segnali ntamente distensivi verso il club: “L’Inter è la nostra famiglia e noi non vogliamo andare via”.

Sulla sassata: “Stavo andando a pore il mio glio più piccolo alla partita verso le 8: non volevo farlo sapere, ma ho fatto denuncia ed è uscito fuori tutto. Per fortuna è successo in un punto dove c’erano le telecamere. Non potevo chiamare Mauro perché dormiva e nemmeno la mia famiglia perché sta in Argentina, la mia famiglia è l’Inter e ho chiamato loro, poi ho ricevuto la telefonata di : ero sotto shock”.

Il … “Io non ho mai chiesto un alla società e ora non è la nostra priorità. Il mondo del con le donne è duro. Se le mie dichiarazioni possano aver inciso? Lo dicono i giornali e non si può essere condizionati da quello, perché oggi dicono una cosa e dopodomani un’altra. Io sono a disposizione del club per avere un chiarimento. Però se parlo della formazione mi ci si scaglia addosso. A volte la gente capisce quello che vuole capire, senza parlare del fatto che noi donne siamo sempre un po’ bistrattate quando parliamo di . Non sarà mai Mauro a chiedere il , no all’ultimo giorno in cui sà all’Inter. Lui gioca con il cuore per l’Inter”.

È intervenuto anche Beppe a .
L’amministratore delegato dell’Inter ha voluto far chiarezza sul caso Icardi e rincuorare Wanda Nara: “Vogliamo ritrovare serenità. Noi facciamo tutto il bene per l’Inter, per Mauro, per lei e per i si”.

Sulla scelta di togliere la fascia da capitano: “Non è stato un provvedimento disciplinare: quando si gestisce un’azienda bisogna prendere delle decisioni e questa è stata fatta a malincuore ma doveva essere presa per i motivi che sappiamo e che non vanno esternati in questa sede”.

Poi la carezza a Icardi: “Funziona come in una famiglia: Mauro ha solo 25 anni e può crescere ancora molto. La scelta di fare capitano Handanovic non mette in duio il percorso tecnico che prevediamo per Icardi. Lo aiamo convocato nello spogliatoio di e gli aiamo spiegato la nostra scelta”.

Inne a Wanda: “Ci vedremo presto per parlare di questo e fra poco presenteremo un’offerta per il in totale serenità. Senza nulla togliere a Wanda il nostro intelocutore è Mauro Icardi che è un ragazzo maturo: nulla è compromesso e c’è molto serenità”.

Replica a telefonata chiusa…
“Ringrazio il direttore che è intervenuto. Io dico che no all’ultimo giorno di Inter Mauro Icardi non rmerà nessun . Un ragazzo come Mauro che gioca con il cuore, lascia parte del suo futuro, lascia un anno, non è fa. Spero che rimarremo all’Inter, ma non dipende solo da noi, ci sono tante variabili. 120 gol vanno valorizzati”.

GLI. “I miei gli mi hanno chiesto cosa ha fatto? Quando ce la ridanno? E io ho detto che non ha fatto niente, vediamo…”

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply