ULTIM'ORA

W la Champions: nodi tutti al pettine!

1519211142_890242_noticia_normal

di Paolo Jr Paoletti e Nina Madonna - Con le parziali soddisni di Ancelotti ed i guai seri di Spalletti e , aprono la Champions League del calcio no!
Roma e Juventus giocheranno mercoledì, domani -Tottenham (18.55) e Stella Rossa- alle 21.
Impegni molto diversi in un momento già decisivo per le due ne squadre che ci arrivano con umori opposti ed aspettative importanti.

QUI . Ancelotti ha ritrovato serenità bruciando i dubbi di Genova: l’1-0 sulla Fiorentina lascia al il ruolo di antiJuve, recuperi a parte.
Juventus accreditata per lo ma titolo. Ma è in Europa che Ancelotti si gioca gran parte del suo pedegree!
In Champions, aspetta, il salto di qualità: sia per come aveva Sarri aveva gestito l’infrasettima sia per il curriculum del tecnico che accende le speranze dei tifosi.
Ancelotti studia 3 cambi: Ospina per Karnezis, Albiol per Maksimovic (un ex), Milik per Mertens (qui ho seri dubbi).

La Stella Rossa è il più agevole avversario del girone ma la trasferta a Belgrado è insidiosa: il Marakana esaurito conferma un ambiente difficile, la squadra ne ha vinte 7 su 7 sette in campionato con 22 gol fatti e solo 2 subiti.
Talentuosi per tradizione i serbi vantano 3 ‘stranieri’ arrivati dell’ultimo : Cafu (ex Bordeaux), Marin (un lampo nella Fiorentina 2015) e Boakye (, Genoa, Sassuolo, Latina).

Ancelotti si gioca la prima carta: è venuto per fare la differenza, tutti aspettano che sia così!

QUI MILANO. , invece trema. Il Tottenham non sta meglio dell’: 3 vittorie e 3 sconfitte – l’ultima sabato contro il Liverpool – in estate non ha fatto nulla sul . Harry Kane fa e l’assenza di Vrsaljko (non recuperabile) gli acciaccati D’Ambrosio e Skriniar, pronto a giocare a destra, pongono a Spalletti l’ipotesi difesa a 3 con il rischio di frenare Perisic, sul quale si punta per le ripartenze che gli Spurs soffrono attaccando con tanti uomini.

Mauro Icardi partirà necessariamente dal primo minuto: la coppia Alderweireld-Vertonghen non è in un bel momento di forma e sarebbe auspicabile Keita seconda punta per liberare Nainggolan dalla trequarti in su.

Gara decisiva per l’ e per Spalletti, potrebbe già decidere la stagione in un senso o nell’altro. Parma ha ferito a morte, e tifosi. Servirà mente sgombra, intensità, altri ritmi rispetto al disastro campionato.