ULTIM'ORA

Hamsik da schiaffi, Sarri fregato da Max, Allan si salva!

hamsik.napoli.juve.spaesato.2017.2018.750x450

di Paolo Paoletti - Dov’è il Napoli che segnava a rafca? La media di 3 a a partita non esiste più e nelle ultime 8 gare, gli azzurri per 3 volte sono rimasti a secco: Juve, , Verona!
Non è solo questa però la spiegazione della prima scontta in .
Analizziamo con i voti decisivi…

Reina 7. Sbaglia su di , facendo passare la palla sul proprio palo! Fa 2 miracoli; subito su Gonzalo uscendogli tra i piedi e deviando con la spalla una conclusione da rete; nel secondo tempo di Matuidi opponendo senza enanche crederci la mano destra al tiro a botta sicura da 5 metri. Tiene aperto il risultato no all’ultimo.

Hysaj 5. Sbaglia troppi palloni, anche semplici. Non oprova mai l’uno contro uno ed in questa gare il compitino non basta.

Albiol 5. Molti errori d’impostazione, ma è costretto ad far girare lui la palla perchè Jorginho era guardato a vista da Dybala. E non è stata la stessa cosa.

Koulibaly 5. Libera pretazione del ruolo di stopper: sbaglia posizione sul contropiede che porta allo svantaggio: Dybala aspetta il varco per l’assist e lui lo concede perdendosi ! L’errore vale 3 punti.

Mario Rui 5. Sul perde palla nel suo settore. In difcoltà su Douglas Costa, mostra decit di sicità e anche di corsa. (dal 75′ Maggio sv: ita le ripartenze della Juve, coprendo Dybala, ma a quel punto la juve non esisteva più).

Allan 6.5. Fa la sua partita con quantità e qualità. Si salva per la densità ed il di palloni. Non è uomo da ultimo passaggio. Cicca una conclusione di sinistro da entro l’area. (dal 66′ Zielinski 6: distribuisce qualche buon pallone ma non cambia l’inerzia della gara).

Jorginho 5. itato e oscurato da Dybala. E il giro-palla del Napoli rallenta diventando prevedibile.

4,5. Completamente fuori dal gioco nelle partite che contano: ma perchè continua a giocarle? In zona è un fantasma, lacuna ormai patologica.

Callejon 5. Fuori condizione, si perde. Sarri non ritiene ci siano alternative e continua ad utilizzarlo quando lo spagnolo avree bisogno di riposare e ricaricarsi.

Mertens 5. Si nasconde tra Benatia e Chiellini, non tira mai in porta non contribuisce alla manovra. Ormai tutti hanno studiato, diventando leggibile nei movimenti.

Insigne 5. Stesso discorso fatto per Callejon. Resta il più pericoloso ma esce per una inmmazione al pube (pubalgia?). (dal 75′ Ounas sv. Sarri lo sposta a destra a piede invertito. Qualche spunto, non incide)

Allenatore, Sarri 5. lo batte con l’invito ai cross. Maurizio non ha contromisure e non riesce neanche a sottrarre Jorgino dalla marcatura di Dybala. Il sarrismo non esiste, come non esiste una alternativa al tema di gioco del Napoli. La sensazione che la squadra sia già spremuta ainata all’assenza di una vera alternativa tattica è una verità ingombrante.