ULTIM'ORA

Napoli in testa, furto Mazzoleni: scudetto pilotato!

C_29_articolo_1194347_upiImgLancioOriz

di Paolo Paoletti - Ormai la corsa a due tra e Juve sarà portata avanti così fino allo scontro diretto dello : il batte il Bologna in un’altra partita macchiata dall’arbitro, nel caso Mazzoleni coadiuvato nel furto nientemeno che da Orsato (al Var)!

Perchè? Koulibaly intercetta di mano il tiro di Palacio diretto a rete da posizione vincente ma Mazzoleni fa finta di niente. Un ‘mani’ così è sempre rigore!
Popi Masina poggia la mano sulla spalla di Callejon e Mazzoleni fischia senza esitazioni calcio di rigore.
Rigore dubbio nella stessa spiegazione di Mazzoleni… “non possono valutare l’intensità della mano sulla spalla”. Primo l’arbitro è lì proprio per valutare se non ne è capace smetta. Hanno stufato e sono in mala fede.

Questo campionato è diventato una truffa, cui il dovrebbe opporsi perchè così sporca tutto il bene fatto dal i ritorno dello scorso anno: 48 punti + 48 punti quest’anno!

Maurizio Sarri esca allo scopetto è metta fine a questo scandalo: è il garante dei del ma come lui dice anche di tutti gli appassionati di calcio come si definisce.
Portare avanti così questo campionato non ha senso e offusca il buon visto fino a prima di Natale.

Resta il 3-1 sul Bologna, ma la Ventiduesima resterà scolpita nella storia di questa stagione: dopo le due espulsioni a Verona in -Juventus 0-2, due furti di Mazzoleni in -Bologna 3-1… UNA VERGOGNA!

Parlare di classifica a questo punto fa ridere: +1 sulla Juventus? Vediamo cosa accadrà dopo le elezioni di domani in . De Laurentis è schierato ufficialmente con Sibilia e quindi gli o che dipendono dalla aspettano l’esito.

Con Gravina o Tomasi, presidenti, voglio vedere cosa accadrà.

CRONACA. Rossoblu in vantaggio con Palacio dopo 25 secondi, ma un’auto di Mbaye riporta subito in parità la partita. Al 37′ il vantaggio di Mertens su rigore (leggero tocco di Masina su Callejon), poi sempre il belga chiude i conti al 59′ dal limite con un destro a giro.

DECISIVI.
Reina 6,5 – Impegnato in due uscite salva-risultato, passa metà del primo tempo a urlare ai compagni di reparto, molto distratti rispetto al solito. Nella ripresa un solo intervento su Masina

Chiriches 5,5. Gioca al posto di Albiol ma il Bologna non ha un centravanti puro e senza punti di riferimento, nel primo tempo è sempre in difficoltà. Approssimativo anche in fase di costruzione.

Allan 7. Conferma l’ottimo stato di forma, che ormai lo accompagna da diversi mesi. Spesso avvia l’azione e va anche a concluderla. Si preoccupa meno del consueto della fase difensiva: due volte il Bologna sfrutta proprio il suo mancato posizionamento per spaventare Reina

Callejon 6,5. E’ decisivo nel procurarsi il rigore poi trasformato da Mertens per il 2-1; certo è che non fa nulla, ma proprio nulla, per continuare la sua azione dopo il leggero tocco di Masina. In altre occasioni, comunque, mette in difficoltà il laterale rossoblu, e i suoi conitnui tagli lo portano anche a creare il panico dalla parte di…Insigne

Mertens 7,5. Fino al rigore del vantaggio si vede poco, detta persino poco il passaggio ai compagni. Poi però dimostra di appartenere a una categoria differente rispetto alla quasi totalità degli altri protagonisti in campo (e del campionato): il destro del 3-1 è un fulmine che “acceca” il

Mbaye 5,5. Un disastro: chi fa errori così non può giocare in ! Regala il pareggio al , poi gioca con attenzione su Insigne ma è inutile.

Palacio 7. Gioca al centro dell’attacco al posto di Destro e si capisce il perché: comincia la partita segnando, poi svaria, scatta, combatte, conclude. Ha la gamba giusta e riesce a mandare in crisi la difesa di Sarri più volte. Poi, quando la benzina finisce, lascia il posto a Destro

TABELLINO. -BOLOGNA 3-1
(4-3-3): Reina 6.5; Hysaj 6, Chiriches 5.5, Koulibaly 6, Mario Rui 6; Allan 7, Jorginho 6 (28′ st Diawara 6), Hamsik 6 (20′ st Zielinski 6); Callejon 6.5, Mertens 7.5, Insigne 6 (35′ st Rog sv). A disp.: C. Rafael, Sepe, Maggio, Giaccherini, Albiol, Ounas, Tonelli. All.: Sarri
Bologna (4-3-3): Mirante 6; Mbaye 5.5, De Maio 6, Helander 6, Masina 5.5; Poli 6, Pulgar 6, Dzemaili 6.5; Verdi sv (4′ Krejci 5.5), Palacio 7 (28′ st Destro sv), Di Francesco 6. A disp.: Santurro, Ravaglia, Nagy, Krafth, Crisetig, Maietta, Falletti, Okwonkwo, Keita. All.: Donadoni

Arbitro: Mazzoleni 4.5 (Orsato al Var 4)
Marcatori: 1′ Palacio (B), 5′ aut. Mbaye (B), 37′ Mertens rig. (N), 14′ st Mertens (N)
Ammoniti: Masina (B), Mario Rui (N)