ULTIM'ORA

Viola, tutto sulla Coppa: un trofeo per i Della Valle.

640x360_C_2_video_519379_videoThumbnail

Vigilia di Coppa Italia per Montella, che giovedì guiderà la orentina in casa della , nella seminale d’andata. “Preferenze negli obiettivi? In Coppa Italia la strada è più corta visto che siamo già in seminale, quindi è il percorso più breve verso l’obiettivo – dice il tecnico -. Siamo pronti ad affrone i migliori d’Italia, dobbiamo farlo senza timori. La proprietà ha voglia di alzare un trofeo, noi ci proviamo anche per noi stessi”.

di Chiara Beni - Montella, in vista della gara di giovedì, dovrà fare i conti con qualche infortunio di troppo: “Pizarro non sta bene e dovremo valulo, deciderò nel pomeriggio. Borja sta facendo di tutto per esserci ma sente ancora dolore. Tomovic, Babacar e Savic non ci saranno, Basanta è un grande punto rogativo, Mati Fernandez è un ni, oggi ha fatto un buon . Forse io sono quello che sta meglio… (ride, ndr). Comunque avremo una squadra competitiva, anche se in qualche reparto siamo un po’ contati. Gomez? Tengo conto di tutte le situazioni, la scorsa settimana non stava neanche bene e l’ho lasciato fuori. Già ieri l’ho però visto bene e mi dà massime gae per domani”.

La orentina sta vivendo un ottimo momento di forma, confermato anche dai risultati in campionato e in Europa: “Il fattore determinante? Sicuramente la mentalità e il coraggio che la squadra ha saputo mettere in campo, e con i risultati cresce anche la convinzione. L’importante è che la squadra non si illuda e non smetta di essere così concentrata. I tifosi è giusto che no e pure di più. Cosa vorrei vedere domani? Il meglio delle ultime partite. Ancora non si sa su quali giocatori posso cone e quali no, dovremo aggiuse qualcosa dal punto di vista strategico. Sarà una partita dif e di sacricio, dovremo essere pronti mentalmente a mettere in campo sacricio e dopo qualità”.

Nell’ultimo periodo, il tecnico è nito al centro di numerose voci di . “L’amore con la società è sempre lo stesso – sottolinea Montella, c’è massima chiarezza e grande rispetto da entrambe le parti. Non è cambiato nulla, se non i risultati rispetto all’inizio. Ci sono tutte le condizioni per andare avanti insieme”. Diverso il discorso di Neto, che ha deciso di non rinnovare il contratto e molto probabilmente la pma stagione giocherà nella , contro cui sarà titolare giovedì: “Abbiamo due ottimi portieri che si possono alternare. A monte la mia scelta è stata dettata da chi mi dava più gae in generale, soprattutto psicologiche, e Tausanu ha dimostrato di essere un grande portiere. E’ un bel problema avere due portieri che possono giocare entrambi titolari. Potrebbe giocare alla ? Non ci avevo pensato, ma no a prova contraria deve essere ancora dimostrato. L’ho visto sereno come sempre, non c’è nessun problema”.