ULTIM'ORA

Vince Sky, annullato l’accordo Mediapro!

sky1

di Nina Madonna - Il Tribunale di ha confermato la sospensione del bando per i diritti della per gli anni 2018-2021 di Mediapro, accogliendo le istanze di , che il 16 aprile scorso aveva ottenuto la sospensione con un ricorso d’urgenza.

Il giudice Claudio Marangoni ha stabilito che il bando va annullato perché non era correttamente formulato e in particolare ha riscontrato vioni dei principi antitrust.

In particolare il giudice Claudio Marangoni ha inibito di continuare la gara, sostenendo che il bando non sarebbe “correttamente formulato” rispetto alle regole dell’Antitrust: in un fortemente regolato e di fatto con un monopolista, la legisne Antitrust cerca di impedire che questo potere si riverberi a valle, in questo senso i pacchetti preconfezionati con ampia durata a punto dagli spagnoli di Mediapro potrebbero inibire la libertà degli altri operatori ‘costretti’ a pagare di più per dei servizi televisivi. Per il giudice, di fatto, il bando deve essere rifatto. A partire da oggi la parte perdente ha 15 giorni di tempo per presentare reclamo e la palla passerà in quel caso a un collegio di giudici, con ulteriore dilatazione dei tempi.

. “La decisione del Tribunale di ha confermato che era necessaria una verifica dell’ aderenza del bando di Mediapro alle leggi ne, facendo chiarezza a beneficio di tutti i partecipanti e creando i presupposti per la definizione della procedura di assegnazione dei diritti 2018-21 della ”. Lo fa notare , in una dichiarazione all’Ansa, chiarendo di essere “pronta come sempre a fare la sua parte con un’importante offerta che possa dare certezza a tutti gli appassionati e allo stesso tempo garantire il dei e di il sistema calcio”.