ULTIM'ORA

Hamilton! Alonso 3°: E’ questa la Ferrari?

f1-gp-cina-tutti-dietro-a-hamilton

di Sergio Trox – Lewis vince il suo 3° GP consecutivo dominando anche in Cina.
Raggiunge Niki Lauda, 25 successi in carriera. Domina la stella a 3 punte: terza doppietta , Rosberg 2°, resta al ndo della classifica mondiale con 79 punti, a +4 sul compagno di squderia.
Terzi e , primo podio di stagione con una grande gara d’attacco. E’ questa la ?
Seguono le , con Ricciardo 4° che batte …campione del mondo 5°.

VIA E SCINTILLE. parte bene e tiene il ndo della corsa, gestendo l’attacco di che gli si accoda. Partono invece male Ricciardo e Rosberg, tra cui s’infila Massa. Il brasiliano, però, è un po’ troppo entusiasta nella manovra e finisce contro la di , che sopraggiunge dall’altro lato. Il contatto è duro, al punto che si sollevano le ruote della Williams, ma entrambe le auto procedono senza danni. Nonostante tutto Fernando si prende la terza posizione. Dietro, l’altra Williams di Bottas finisce allo stesso modo contro Rosberg. Entrambi fortunati a non rimediare rotture.

PIT STOP. Il degrado delle gomme è immediato e dopo 10 giri iniziano le prime soste. Entrano le di Raikkonen poi , e si ferma anche Massa. Il team Williams però pasticcia, non trova le gomme e non riesce a montarle. La perdita di tempo è importante, e il brasiliano torna in pista ultimo. Si ferma anche , che rientra proprio mentre sopraggiunge : grazie nel balletto del pit-stop Fernando sfila la posizione al tedesco della . Le prestazioni dei primi decadono e ritardano l’ingresso le e Ricciardo, che viene tenuto in pista con un “resisti 3 giri” dal muretto box. Mossa strana, che dopo il cambio gli costa la posizione, ceduta a Rosberg. E’ invece il giro 17 quando anche il leader della corsa si ferma, dopo un dritto e con gomme completamente finite. torna in pista restando al ndo, ma con la di è alle sue spalle, seguita a distanza dalla di .

CRISI . Il campione del mondo soffre i consumi e abbassa le sue prestazioni. Questo consente la risalita alle sue spalle di Rosberg, che gli si fa sotto e sul rettilineo lo passa. Seb cerca di rispondere con grande grinta nelle successive, ma nulla può contro la , che alla fine prende il 3° posto e il largo. Ma i guai per non sono finiti, perché in scia è arrivato Ricciardo. Un bel grattacapo per il muretto box , che chiede a Seb di far passare l’no. Il campione non cede la posizione e protesta via radio. E’ allora Daniel che sul rettilineo trova un varco no e si affianca. non può far altro che aprire la porta sua malgrado.

ROSSA ALL’ATTACCO. Rosberg alza il ritmo, al punto da farsi pericoloso alle spalle di . La anticipa il secondo pit-stop, mentre Nico prosegue prendendosi la seconda piazza. Fernando rientra quarto, alle spalle di Ricciardo. Intanto si ferma , disperato dopo essersi visto sorpassare anche da una Caterham! Tocca quindi a Rosberg e Ricciardo fermarsi in tandem ai box, per rientrare dietro ad , che si riprende così la seconda posizione. Ultimo stop anche per , che “entra-esce” restando comodamente in testa alla corsa (+12″).