ULTIM'ORA

Vince Dovi: Marc -11! GP d’altri tempi…

url

Andrea Dovizioso vince il GP del Giappone: uno spettacolo da pionieri del motociclismo con Marc Marquez che tiene ancora in dubbio il Mondiale.
Il pilota Ducati inla lo spagnolo all’ultimo giro, quasi sul traguardo e vince il quinto GP in stagione e accorciando a – 11 in classica.
Sul podio anche la Ducati Pramac di Petrucci, mentre esce troppo presto , caduto al 6° giro.

Cinque pari: Dovizioso torna al successo dopo due gare dominate da Marquez e tiene viva la lotta mondiale a 3 GP dal termine. Lo fa nel modo più spettacolare, con un nale di gara da brividi in stile Austria, fatto di sportellate e sorpassi da in un ruota a ruota incredibile con Marquez.

Dopo Misano e Aragon l’inerzia sembrava tutta per il ’93′, ma Dovi ha dimostrato di volersi giocare tutte le sue carte no alla ne, un’occasione che a 31 anni, è la sua miglior annata in carriera.

Partenza a cannone delle Ducati… Petrucci, Lorenzo e Dovizioso accerchiano Marquez nei primissimi giri; resta dietro il poleman Zarco. Il più scatenato è il ternano del team Pramac, con il passo buono per allungare.

nisce quasi subito invece la gara di , vittima di un piccolo high-side dopo una partenza comunque difcile per la sua , che si conferma ingestibile sul bagnato.

Il rimurgina ai box, ma alle spalle di Petrucci infuria il duello tra Marc e Dovi.
A una dozzina di giri dal termine lo spagnolo inla Danilo, il forlivese lo imita mettendosi subito ad inseguire.

A quel punto la sda è tutta tra i aspiranti al mondiale.

Proprio quando le gomme sembrano vicine ad abbandonare i piloti, Dovizioso tira fuori il glio dal cilindro, con un giro-capolavoro che lo porta ad inlare Marquez a cinque tornate dalla bandiera a scacchi. Il 93 però non si arrende e gli restituisce il favore: negli tre giri la battaglia è davvero da brividi, Marc sembra destinato a vincere, ma un piccolo errore a poche dal traguardo permette ad Andrea di trovare il pertugio giusto per sorpassarlo e vincere.

Se in casa si fanno i conti con un altro weekend da dimenticare (con Vinales che chiude 9° dando praticamente l’addio denitivo alle speranze mondiali) possono sorridere le Suzuki, che piazzano Andrea Iannone e Alex Rins in quarta e quinta posizione. Per entrambi si tratta del miglior risultato stagionale, una piccola luce in fondo al . Solo 6° Jorge Lorenzo, davanti all’Aprilia di Espargaro e alla Tech 3 di Zarco.