ULTIM'ORA

Vergogna Leonardi: DG ‘amico’ del Latina!

Parma+FC+Press+Conference+Tr8HoUG-Q2dl

di Paolo Paoletti - Sotto Natale capiterà spesso di vedere il in tv. La serie B gioca come la . La cosa ricorderà che Pietro Leonardi è il suo DG!
Colui che ha pilotato il Parma al fallimento, complice del presidente Tommaso Ghirardi. Una vicenda che ha sconvolto il calcio no, e premiata con un nuovo posto di responsabilità!

Nella vita reale, chi è responsabile di un fallimento non può più dirigere aziende. Non solo per una norma etica. Ma il calcio fa veramente schifo, terra di nessuno, lobby omertosa, capace di riclicare Leonardi come di eleggere presidente federale !!!

Per la legge Leonardi non è colpevole nché non sarà dichiarato tale. Una morale sconosciuta al mondo del pallone non si pone il problema dell’opportunità di certe scelte.
Cosa ha spinto Pasquale Maietta, deputato eletto con Fratelli d’, commercialista, presidente del Calcio, indagato per violenza privata nell’inchiesta sul clan Di , a scegliere Direttore Generale uno che a Parma ne ha fatte di ogni, dal tesseramento di decine e decine di calciatori alla riscossione di un prestito personale di 1 milione e 200 mila euro concessogli proprio da Ghirardi?
Immaginate se la Juve prestasse dei soldi a …da Procura della Repubblica!

Nel calcio si raccontano anche quanti peli ha l’ultimo dei tesserati, stranamente di Leonardi DG del non si è occupato nessuno.
La vergogna l’ha denunciata Alessandro Lucarelli, capitano del Parma rimasto anche in serie D con la gestione etica di Nevio Scala.
Ma i dirigenti del calcio, come , , tutti i come De Laurentis che negavano il salvataggio del Parma stanno zitti, nonostante uno dei protagonisti dello scempio imperversi ancora in quel di .

Con Calciomercato.com, Notte combatterà questa battaglia: GC e Lega spiegino come sia possibile tutto questo. Abodi, presidente di B che vuole candidarsi alla Federcalcio intervenga!
Dice: “Ho incontrato il e lo stesso Leonardi prim’ancora che rmasse il contratto, perché c’erano voci su un suo ingresso in società. Niente di segreto, non c’era nulla da nascondere, ci siamo visti in un bar. Maietta ha posto la questione umana: ci sono rapporti personali con Leonardi, aveva la necessità di lavorare, è un l amico. Ma è chiaro che per me non deve essere sufciente questo aspetto, benché possa comprenderlo. Quanto a Leonardi, mi ha spiegato la sua posizione. Gli ho risposto che non posso essere io a sostenere la sua tesi, a raccontare che – a suo avviso – non è stato lui a creare il decit del Parma. E l’ho invitato a svelare lui stesso quanto ha detto a me, ovviamente nel rispetto dei vincoli processuali per il procedimento in corso, perché l’opinione pubblica ha diritto di sapere. Auspico che lo faccia, mi auguro che parli”.

Chi risponde di non poter interferire nella gestione del , nelle scelte della società, mente. Diventa complice e deve andare a casa.
La gente sappia cosa è diventato il calcio: rappresentato e gestito da gente pessima, dove tutto viene insabbiato per interessi personali.
Ed in primis Pasquale Maietta, presidente del , perchè ha scelto Pietro Leonardi. E il DG con che faccia fa ancora calcio?