ULTIM'ORA

Verdi, è l’Italia da 200 anni: festa mondiale.

riccardomuti-al-san-carlo

di Shaky Raki – Il maestro Riccardo Muti ha diretto la Messa da Requiem di Giuseppe Verdi nel giorno della nascita del compositore, 10 ottobre, sul podio della Chicago Symphony Orchestra.

A Dubai uno sciccoso Galà dinner, a Cuba una conferenza, a Pechino e Addis Abeba una mostra. E poi concerti in tutto il mondo, da Chicago con il grande Riccardo Muti alla città di Yerevan, in Armenia. Non solo Roncole, Busseto e Milano, non solo i comuni d’Italia in festa: giovedì 10 ottobre la celebrazione del bicentenario di Giuseppe Verdi si annuncia planetaria, con decine di iniziative organizzate ovunque per celebrare il maestro del Nabucco e della Traviata, icona della musica italiana nel mondo.

In Italia ci sono le maratone organizzate nei luoghi della vita – da Roncole e Busseto a Milano – dove si festeggia e si brinda dal primo mattino a notte fonda, mentre i pacchetti turistici offrono anche percorsi e tour enogastronomici in omaggio al cigno di Busseto che in vita, si racconta, fu pure appassionato agricoltore e riconosciuto buongustaio. Ma la festa è dappertutto, travalica i confini di Emilia Romagna e Lombardia, con il Simon Boccanegra al Regio di Torino, un pomeriggio di recital e conferenze alla Fenice di Venezia (“Bon anniversaire, Joseph”), una serata a Fermo, nelle Marche. Quello che veramente fa impressione comunque è il mondo, con un cartellone di eventi da paura dall’Asia all’Africa, dall’Europa alle Americhe. Il più prestigioso e forse il più facile da raggiungere, grazie alla eccezionale diretta gratuita in streaming, è a Chicago, dove alle 19 in punto Riccardo Muti dirige i maestri della sua Chicago Symphony Orchestra nella solenne Messa da Requiem (collegamento su cso.org/verdi, ma anche sulla pagina facebook della Cso).

Alla stessa ora, con altri interpreti, il Requiem è però in programma anche dall’altra parte del pianeta, nel teatro cittadino di Yereban, Armenia. A Toluca, in Messico, si applaude Verdi nella cattedrale della città con un concerto da camera. In Estonia, a Tallin, è di scena la Traviata. In Finlandia, a Rovaniemi, un concerto, così come a Tirana, in Albania. A Odessa, in Ucraina, il teatro nazionale dell’Opera ha scelto di rappresentare l’Aida. A Lima, in Perù, si è organizzata invece una mostra all’Istituto italiano di cultura, come ad Addis Abeba, in Etiopia. Verdi in mostra – con grande scialo di schermi in digitale – persino in Cina, al Museo Nazionale di Pechino, con una esposizione che poi arriverà in Birmania.

A Dubai, cena e concerto nel principesco Hotel Raffles. A Cuba, tra gli altri eventi, Verdi viene omaggiato con una conferenza. Si festeggia persino in Nuova Zelanda: alle 18 del fatidico giovedì al St James Cook Hotel Grand Chancellor di Wellington è in programma una serata evento con una mostra e la proiezione di un video dedicato al restauro dei luoghi verdiani.