ULTIM'ORA

Verdi: dal rifiuto a titolare, oscurando Callejon!

simone verdi napoli-kN5H-U280706140642lUF-620x349@Gazzetta-Web_articolo

Un rifiuto non si dimentica. Però….
Il corteggiamento è proseguito ed ha convinto l’esterno , dall’11 giugno ufficialmente un nuovo giocatore del Napoli.
Un giocatore che Anceòloti ha già messo al centro del suo progetto al punto da cancellare l’indispensabile Callejon pronto ad andarsene!

FARE. Esterno offensivo, ambidestro, Verdi può giocare su entrambe le fasce: alternativa ad Insigne o di Callejon nel 4-3-3, la sua duttilità ispira diverse opzioni. E il nuovo tecnico azzurro lavora per far divene il suo Napoli qualcisa di diverso da quello di Sarri.

L’ Bologna assume un ruolo chiave. Ancelotti prova con continuità il 4-3-2-1, sistema a lui caro: difesa collaudata, Hamsik regista, Fabian Ruiz e Allan mezzali con Insigne e Verdi tresti, liberi di svariare sul fronte d’attaccocon idee e intuizioni al servizio del centravanti, al momento Inglese.

COME HIGUAIN – “Verdi può divene un buon no di centrocampo. Ha qualità, classe e tecnica”, dice Roberto Mancini, ct dell’.
Un’idea da verificare: pulizia nei fondamentali, velocità di pensiero, inserimenti sono doti del 26enne Verdi. Se aggiungiamo precisione e potenza nel tiro da fuori area, è il profilo di una mezzala moderna.
Simone ha scelto il 9 come suo numero di maglia. L’ultimo ad indossarlo a Napoli è stato Gonzalo Higuain, che ha stracciato il record di di Angelillo. Eredità pesante, che Verdi potree raccogliere.
Al Bologna ha già giocato da falso nueve, trova la porta con facilità, consente l’elastico per l’inserimento delle mezzali e dei tresti.
Una ipotesi da caldeggiare considerando che tra poco arriveranno anche e Milik.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply