ULTIM'ORA

Var, basta la parola: cosa spiega tutto…

Italy v Denmark - U18 International Friendly

di Paolo Jr Paoletti - VAR, basta la parola! E’ lo slogan di una pulicità dei confetti Falqui nei Carosello di tanti anni fa!

Da quando ha stravolto il , il Video Assistant Referees ha cambiato il calcio e suscitato polemiche, non sempre innocenti. Tanto da suggerire le ‘chiacchiere da Var’ affrontate perno e per primo da Gigi Buffon, non a caso visti i tanti contro la .

Molti hanno seguito Gigi: i più critici (conservatori) hanno invocato la sacralità dello spirito originario del calcio, messo in discussione dalle pause necessarie – a volte lunghissime – per vericare i dui. Altri sventolano il coincetto ‘non si rompe un’emozione’. Posizioni da bar più che da riformatori.

L’Ansa mostra il documento utilizzato anche per gli stessi , che spiega, detta le ree, ita, circoscrive, indirizza. Nelle grache è possibile vedere le linee guida per gli assistenti, ma anche i principi fondamentali, gli revisionabili e le cose importanti da sapere.

Da ora si potrà riflettere con cognizione di causa. E decidere se il Var ci porta in una nuova era tecnologica di calcio trasparente o se fosse meglio tornare nel confortevole e oscuro Medioevo dell’errore umano.
Quando in buona fede…!