ULTIM'ORA

Vale deluso: vince Marquez e comada il Mondiale.

C_29_fotogallery_1018806__ImageGallery__imageGalleryItem_4_image

di Marco Innocenti – Valentino ammette la delusione per il risultato del Sachsenring ma non molla la rincorsa al decimo : “Non possiamo essere nti di un quinto posto, noi vogliamo sempre il podio. Per come si era messo il weekend, però, abbiamo fatto il massimo. Il comunque è da giocare”.
Sensazioni simili per Andrea Dovizioso: “In gara mi sentivo bene, questo è importante se vogliamo giocarci il ”.

Marc Marquez si conferma padrone assoluto del Sachsenring e centra il secondo successo stagionale nel di .
Lo spagnolo della Honda trionfa al termine di una gara dominata praticamente dal primo giro, tenendo a bada la Yamaha Tech 3 di uno scatenato Jonas Folger. Sul podio con l anche l’altra HRC di Pedrosa. Quarto Vinales, quinto e ottavo Dovizioso: Marc è ora leader a +5 da Maverick, +6 da Dovi e + 10 da Valentino.

spiega così la sua corsa: “Entrare nella top 5 era l’obiettivo concreto e ce l’ho fatta. Volevo lote con Vinales ma lui guidava un po’ meglio di me, soprat nel terzo settore. Siamo stati anche sfortunati nei giorni scorsi perché si è rotta due volte la moto col telaio nuovo e non l’abbiamo potuta provare al meglio. Se avessi corso con quello vecchio comunque sarebbe stata una disfatta. È stata una gara tiratissima, non ho nemmeno avuto il tempo di togliere la visierina”. Poi il confronto con le Yamaha private e le Honda: “Folger? È stato bravissimo, grandissima gara e compenti a lui. La Honda invece ha fatto la differenza col degrado della gomma dietro, Marc avrebbe potuto fare altri 15 giri…Noi il passo in avanti lo abbiamo fatto col telaio nuovo e comunque io e Maverick siamo davanti a Folger e Zarco in classica”.

Guarda avanti con ottimismo anche Andrea Dovizioso, nonostante la perdita della leadership : “Oggi abbiamo voluto rischiare anche perché non avevamo molti dati a causa della pioggia dei giorni scorsi. Speravamo che la morbida durasse no alla ne ma non è andata così. È stata una scelta mia, mi prendo le responsabilità. Comunque mi sentivo bene in gara, questo è importante se ci vogliamo giocare il e al momento siamo sempre lì. Ogni weekend è un discorso a sé, andiamo a casa con buone sensazioni. Quando vedi il gap da Marquez pensi che devi mirare lì, però Marc al Sachsenring è come a Austin, bisogna prenderlo con le pinze il risultato”.