ULTIM'ORA

Vale cade nel diluvio: “sono un somaro”. Assen a Miller!

Netherlands GP Motorcycle Racing

Jack Miller su Honda ha vinto il Gran Premio d’Olanda di Moto sul circuito di Assen. Il pilota australiano ha preceduto lo spagnolo Marc Marquez (Honda), secondo, e sempre più leader del del mondo, vista la caduta di ntino e il 10/o posto del con Jorge Lorenzo (Yamaha). A completare il podio Scott Redding (Ducati) davanti a Pol Espargaro su Yamaha. Quinto posto per l’italiano Andrea Iannone su Ducati.

di Sergio Trox - Jack Miller su Honda ha vinto il Gran Premio d’Olanda di Moto sul circuito di Assen. Il pilota australiano ha preceduto lo spagnolo Marc Marquez (Honda), secondo, e sempre più leader del del mondo, vista la caduta di ntino e il 10/o posto del con Jorge Lorenzo (Yamaha). A completare il podio Scott Redding (Ducati) davanti a Pol Espargaro su Yamaha. Quinto posto per l’italiano Andrea Iannone su Ducati.

Cade ntino . Il pilota della Yamaha si trovava saldamente al ndo della gara quando a 9 giri dalla ne è incappato in una scivolata. Prima di lui erano caduti anche i ducatisti Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci.

Un vero e proprio nubifragio ha costretto i commissari di pista di Assen a sventolare le bandiere rosse per interrompere la gara olandese della Moto. Al momento dell’interruzione tre italiani davanti a tutti con Lorenzo Petrucci (Ducati) a guidare il terzetto seguito da Andrea Dovizioso (Ducati) e ntino (Yamaha). Ma la classica parziale va aggiornata al giro precedente l’interruzione, cioè il 14°, che vedeva Dovizioso davanti a Petrucci e .
La gara, bloccatasi per la pioggia, chiude con una seconda manche di 12 giri.

Per la classica si sommeranno i tempi delle due manche.

ammette: “ero molto veloce ma spingevo troppo, stavo andando troppo forte e sono caduto. Sono stato un po’ somaro”.
Non cerca scuse per la caduta nel d’Olanda che lo ha messo fuori causa nella seconda parte di gara dopo l’interruzione per pioggia. Una caduta che lo lascia indietro anche in classica generale, a 42 punti di distacco da Marc Marquez. “In ora è molto difcile – ha ammesso il Dottore ai microfoni di -. Qui bisognava recuperare dei punti, soprat su Lorenzo che è stato in difcoltà il ne settimana, e anche su Marquez, ma invece li ho persi. Certo 42 punti sono tanti, ma ci sono ancora tante gare e in questa stagione sono veloce e competitivo”. “Oggi era davvero facile sbagliare – ha spiegato ancora – e non mi stupisco delle tante cadute. Nella prima parte di gara con la dura al posteriore andavo così così, poi dopo la sosta aiamo montato la morbida, con un gran vantaggio. Il problema è che con il nuovo assetto sono più velocemente, troppo veloce, dalla curva 9 e poi sono caduto”.