ULTIM'ORA

Uomo Nazionale via dall’Inter: l’assurdo del calcio!

FBL-EURO-2016-MATCH19-ITA-SWE

di Nina Madonna - Uomo , ora uomo Nazionale: stranezze del pallone… giochi un girone sensazionale con la Samp e tutti ti vogliono; fai male 6 mesi all’ e improvvisamente diventi un brocco, tanto che nessuno voleva l’oriundo all’Europeo.
Dimenticando che il brasiliano-italiano fosse stato artece della qualicazione, con i gol decisivi in Bulgaria e in Azerbaijan. Critiche, no all’offesa, scivolate senza lasciar segno nella testa di , che lo ha sempre difeso a spada tratta. E ora celebra la rinvincita.

Parola mai pronunciata, certamente vissuta intimamente: the man of the match sa di aver giocato una discreta partita, ma capace del gol decisivo, che gli ottavi agli Europei, l’obiettivo azzurro arrivato con semplicità disarmante.
La galoppata tra le maglie gialle, il tiro, il portiere che non ci arriva, la rete che si muove, l’urlo di gioia: Eder non è uno che porta rancore, ha sofferto in silenzio, lavorando duramente. Con la Nazionale, ma anche a casa, da solo. Per farsi trovare pronto, ripagare la ducia del Cittì, cercato e aracciato dopo il gol a Isaksson. Uberazione!

Il pmo è azzurro, potree non essere nerazzurro. L’ l’ha preso a gennaio dalla Sampdoria in prestito biennale con oligo di riscatto ssato a 11 milioni… difcilmente resterà a Milano, soprattutto se arriverà un’offerta che faccia plusnza.

Nonostante il no al Leicester, in League ha molti estimatori, così come in e in Italia.
Il Paese che l’ha lanciato e che ora è orgoglioso di lui.