ULTIM'ORA

De Rossi ko, niente Uruguay: rivoluzione!

Group D - Italy vs Costa Rica

di Paolo Paoletti – “La presenza di Daniele De in - al momento è altamente improbabile”. Enrico Castellacci, racconta l’esito della risonanza magnetica al polpaccio destro: “il giocatore ha un rio con edema al muscolo soleo. Visto il tipo di infortunio, non possiamo dare tempi di recupero precisi”.

Qui non è più questione di benedizione: a parte, De Sciglio, Buffon, Barzagli, De … chi spiega tutti questi infortuni?
“Noi abbiamo fatto tutto il possibile e l’immaginabile per affrontare il problema caldo: poi il campo è un’altra cosa”. Castellacci ha risposto anche sul tema del caldo. “E’ una variante e probabilmente ci ha penalizzato – spiega il medico della nazionale – ma non abbiamo perso per quello. Ora basta enfatizzare questa situazione”. Per il caldo certo, vale per tutti. Ma bisognerà tornare sull’argomento infortuni.

L’allenamento a seguire degli azzurri spiegherà a che punto è il recupero delle energie auspicato da tutti.
L’ ha un giorno di riposo in più, ma Lugano resta ancora fuori.

Il confronto coinvolge tutto: tecnica, tattica, condizioni siche, ma più di tutto la voglia. La voglia di vincere e passare agli ottavi del Mondiale.
Ciò che ha spinto Costarica e non l’, ciò che ha mostrato l’ e non l’Inghilterra.

Ho già scritto che è un fatto culturale, su cui è difcile fare breccia. Prandelli abbozza e non c’è altro da fare, se non cambiare tutto.
Per capirci il Cittì deve rivoluzionare la formazione come ha fatto dopo il Lussemburgo. Mettere in campo l’ provata col Fluminense: i rincalzi più Pirlo, Barzagli, Marchisio. Anche su Buffon bisogna riflettere, il gol di Diaz che ha messo l’ a rischio einazione è colpa sua come di Chiellini.

La rivoluzione è necessaria per la testa e per le gambe. Ma anche per il gioco. De è perno del modulo a 3 registi, perchè sa essere centrale di difesa e iniziatore della manovra; gioca da incontrista e palleggiatore; ha forza sica e tiro, come il colpo di testa.
Thiago Motta non è la stessa cosa, specialmente nelle pessime attuali condizioni.

Quindi che ha intesta Prandelli per bloccare - e segnare almeno 1 gol?
Dopo 2 partite e 2 occasionissime divorate da è il tempo di titolare. Ciro si tira dietro la naturale intesa con Insigne e quindi un centrocampo a 5: da destra a sinistra… Darmian, Verratti, Pirlo, Marchisio, De Sciglio. Con la difesa a 3: Barzagli sicuro, più Paletta meglio di Chiellini e Bonucci sia come sia.

stava entrando nella ripresa col Costarica. L’improvvisa richiesta di cambio di Marchisio, ha spinto Prandelli a inserire Cerci.
Il retroscena non annulla una delle accuse al Cittì, il capocannoniere del campionato non può marcire in panchina.
Ci si accomodasse , sperando nel buon Dio.
Dovesse andar male, chi ricorda come tornarono gli azzurri dopo Pak Doo Hik nel ’66?