ULTIM'ORA

Tutti i segreti di una Juve al Max!

allegri.sorriso.beffardo.2017.750x450

di Antonella Lamole - Anche se in Coppa Italia, la partita col assume sempre un sapore particolare in casa Juve. Tanto più per un Max che punta a vincere tutto, anche la terza Coppa Italia di la.
Ecco tutti i segreti dei temi della vigilia.

1. ROMA. “no alla ne bisognerà fare ancora un certo numero di vittorie, la Roma è diventata squadra seria e tosta che resterà in corsa no al termine del ”.

2. . “Dobbiamo creare i presupposti per arrivare alla terza nale consecutiva. Ci sarà un di grande livello, che arriva rabbioso dopo aver perso con l’. Sarà importante non prendere gol, giocando la prima in casa”.

3. CENTRALI. “Ne ho cinque di livello, oggi valuterò. Ci saranno dei cambi, vedremo quali. Magari cambieremo ancora. Rugani sicuramente riposa”.

4. CRESCITA. “Difcile riuscire a sbloccare tutte le partite in avvio, così come non è possibile sempre vincerle alla ne. Sono momenti in una stagione. Dopo il cambio di modulo eravamo riusciti sempre a sbloccarla in fretta, ma siamo stati bravi a mantenere la calma in situazioni dove serviva aspete di più, penso a Crotone o alla partita con l’Empoli. Non bisogna innervosirsi, la forza della squadra è anche quella”.

5. DYBALA. “E’ il giocatore che fa da raccordo tra centrocampo e attacco. Con lui poi abbiamo più qualità tecnica, che è quello che conta. Non può giocare sempre però. L’importante è che in sua assenza non si perda solidità, normale che con Mandzukic o Sturaro cambiano le caratteristiche”.

6. . “Gioca di nuovo, ha giocato sabato e nora ha sempre disputato grandi partite. Ottimo portiere, fa il secondo solo perché c’è Buffon”.

7. PJACA. “Può partire dall’inizio, sarà una partita dove i cambi saranno fondamentali. Importante avere elementi con certe caratteristiche in panchina”.

8. TRIPLETE. “Parliamo di cose serie. Dobbiamo ora pensare ad allungare la stagione il più possibile”.

9. MARZO. “Essere in questo momento con 7 punti di vantaggio, avendo vinto l’andata degli ottavi di a Oporto ed essere in seminale di Coppa Italia, signica che siamo dove volevamo arrivare in questa fase della stagione. La squadra è cambiata, è migliorata nei singoli, nell’entusiasmo, nel collettivo, è cosciente nei propri mezzi ma è anche più spensierata. Serve equio però, facendo un passo alla volta”.

10. DIFESA. “Abbiamo subito un solo gol dopo il cambio di modulo, ma non è cambiato nulla in tà nell’approccio”.

11. ESTERNI. “Giocheranno Asamoah e Lichtsteiner”.

12. HIGUAIN. “Ormai col ha rotto il ghiaccio. Ha bisogno di giocare per rese in condizione, è un giocatore importante e sta bene”.

13. LINGUE. “A ci sono andato poco, ho fatto fatica a imparare l’italiano…Inglese e spagnolo? Diciamo che sto imparando il torinese…”

14. TURNOVER. “Avere una rosa importante con tutti in buone condizioni, mi aiuta parecchio nelle scelte. Abbiamo giocato già oltre 35 partite, se faccio giocare sempre gli stessi sono poi destinati a morire. Scelgo di volta in volta, non posso programmare rotazioni perché può sempre succedere qualcosa. In campo scenderà sempre la miglior formazione, in base a chi è vivo e chi è morto: i vivi sono a disposizione, i morti non giocano…”.