ULTIM'ORA

Tutti dal mental coach: Ranocchia, Bonucci, Darmian… e le caramelle all’aglio!

combo.bonucci.ranocchia.desciglio.2017.750x450

di Nina Madonna - Il moderno cambia velocemente e come dice , psicologo e nutrizionista fanno la differenza!
Nuove professionalità specializzate per aiue i calciatori a migliorere.
Andrea Ranocchia ha confessato di andare da mental coach e psicologo per la frustrazione dei si contro.

Le prestazioni del difensore sembrano in crescita ma ancora incostanti, un aiuto esterno spesso serve.

Ranocchia non è l’unico ad essere sostenuto sull’atteggiamento mentale, mezza utilizza psicologi e mental coach.

Uno dei primi è stato Leonardo Bonucci, difensore della ntus, che per 7 anni si è fatto aiue da un mental coach n dai tempi del Treviso: mangiava caramelle all’aglio, come i soldati dell’antichità.

Il terzino del , Mattia De Sciglio “era a un passo dalla depressione – racconta il suo terapista – si sentiva in colpa se usciva con la danzata. Soffriva per le critiche”.

Roberto Civiese, specialista in motivazione, lavora con molti giocatori tra questi Saponara, Petagna, Paloschi, Pavoletti.
Non gli unici: da Gilardino a Chiellini, da ad , gli esempi sono tanti, sempre più attenti alla mente, oltre che al sico e alla tecnica.