ULTIM'ORA

Tutti bocciano il Napoli e Sarri smetta con gli alibi.

14580379_1957963654430494_1653151914_n-475x250

di Paolo Jr Paoletti - Una rapida carrellata dei principali pareri sulla scontta del , fa il punto su presente e futuro del : dopo appena 67 giornate la a 18 punti ne ha già 4 di vantaggio sulla seconda, il , pressato a 13 da Roma, Lazio, Chievo e Milan. Come mai, perchè il soffre così tanto in trasferta, cosa è successo a Bergamo?
Mario Sconcerti, : “Gli azzurri confermano il proprio limite in trasferta. È presto per fare questo tipo di analisi perché siamo ad ottobre, ma in questo modo il è ben sotto la soglia dei punti necessari per vincere. Nella trasferta di Bergamo la sicità atalantina ha spento il gioco del . La spesso vince anche quando non gioca bene, il invece perde punti. È un limite già presente dallo scorso anno di cui Sarri ne è a conoscenza, ma deve trovare la cura. I 4 punti di distacco proiettati a ne fanno arrivare la a 98 punti ed il a 76: due realtà completamente diverse”.
Fabio Caressa, Direttore Sky : “C’è un dato preoccupante per il in trasferta: fuori casa è addirittura dal 2011 che gli azzurri non vincono se vanno in svantaggio, al massimo riescono a pareggiare”.
Maurizio Pistocchi, giornalista : “65 palle perse, 11 tiri in porta 8 fuori dallo specchio, Milik fuori partita, molte imprecisioni negli 20 metri,possesso-palla sterile, 0 pt”.
Paolo Bargiggia, giornalista : “Sarri che dice: la è di altra categoria. E Aurelio De Laurentis ti paga e ha speso 128 milioni per dire ‘ste cose? Alibi per i giocatori del ! Sarri è un grande tecnico con la mentalità e la cultura calcistica da terza categoria”.
Massimo Mauro, opinionista Sky: “Il , scontto a Bergamo, ha creato anche occasioni da rete. La squadra di Sarri però in trasferta contro squadre cattive che vanno in contropiede e fanno giocare male gli esterni trova difcoltà. Tra Pescara, Genoa e è un problema che sta capitando troppo spesso. Il farà un buonissimo , ma arriverà a distanza dalla . Gli esterni sono formibabili, ma non ti fanno vincere le competizioni. Callejon, Mertens e Insigne non segnano i indispensabili per vincere lo Scudetto. Servirebbero due attaccanti da 40 insieme”.
Fabio Ravezzani, direttore Telelombardia: “Curioso di scoprire a chi o cosa darà la colpa stavolta Sarri. Quando ormai disperavo, Sarri ha sfoderato il colpo del fuoriclasse: terreno di gioco non adatto a noi. Raddoppio di Sarri: non giocavano alle 15 dal mese di aprile. Partita chiusa”.