ULTIM'ORA

Tris Juve mascherata, Madrid altra musica!

Calcio: Sassuolo-Juventus, Ronaldo segna e dedica gol a Dybala

di Antonella Lamole - Non c’è Dybala, ma non si vede. Non ci sono neanche Bonucci e Chiellini, ancora in infermeria, ma nonostante la rete inta la loro assenza si sente eccome!
Battuto il Sassuolo: è bastato il solito Ronaldo, che prima determina l’1-0 firmato da Khedira (destra non trattenuto da Consigli) poi segna di testa il 2-0 e infine porge l’assist ad Emre Can del 3-0.

ha dedicato a Dybala il 2-0 aggiungendo alla tradizionale esultanza anche il gesto della maschera, copyright dell’argentino bianconero.
CR7 resta capocannoniere con 18 e la ntus torna a più 11 sul Napoli, con 2 partite in meno da giocare rispetto all’ultimo massima vantaggio…

Dopo aver incassato 7 nelle ultime 3 partite, compresa, la porta è salva, e non accadeva dallo stesso 3-0 al Chievo.

Il primo momento diffi della stagione, a 9 giorni dall’ a Madrid, non è passato ma la confonde tutti perchè la alla fine, ma solo alla fine, stravince, concedendo con una follia di Szczesny, l’unica grande occasione al Sassuolo peraltro sull’1-0, sprecata da Berardi a porta vuota.

IN RISERVA. Barzagli, Bonucci e Chiellini, indisponibili, non hanno cambi in questa rosa. Allegri fa salti mortali: Rugani è rimasto un mezzo giocatore, Caceres centrale è un’eresia, De Sciglio e Al Sandro danno il batticuore anche se autori di una discreta prestazione.

Rugani commette l’unico errore della serata facendosi soffiare palla da Djuricic che vola indisturbato verso Szczesny: contatto in are di rigore e fiato sospeso. Mazzoleni invitato alla Var, decide che non è rigore. Chissà…
Il brutto avvio della lo dimostra il fatto che Pjanic, Khedira e Matuidi soffrono contro Bourabia, Sensi e Locatelli.

E il tridente con Bernardeschi, Ronaldo e Mandzukic, resta fuori dal gioco fino a quando Allegri piazza Berna sul regista neroverde. Da allora Peluso e Magnani, tra l’ Lirola e Rogerio, cominciano a penare.
Mentre illudono le combinazioni del Sassuolo tra Berardi, Babacar e Djuricic bravi a scambiarsi di posizione.
Nel tourbiullon Locatelli al 15’ arriva in corsa e costringe Szczesny alla prima diffi deviazione.

KHEDIRA CENTRAVANTI. La prima soffre poi segna. Stavolta non è di Ronaldo, ma è lui a propiziarlo: destro respinto da Consigli, conclusione in corsa di Khedira. E’ il 23’ e il tedesco non segnava dalla prima giornata, contro il Chievo.

Improvvisamente la squadra di De Zerbi si smarrisce, schiacciata da una aggressiva che nel finale di tempo sfiora due volte il 2-0, prima con Bernardeschi e poi ancora con Khedira di testa.

FOLLIA. L’inizio ripresa, regala il brivido: ntus sbilanciata in attacco, Szczesny esce fino a centrocampo e cicca la palla lasciandola a Berardi che a porta vuota da trenta metri, non centra la porta.

Da allora, Ronaldo va a caccia del come uno spettatore aveva cercato lui per il campo con una invasione che si vede solo all’estero.
De Zerbi cambia inserendo prima Matri e poi Boga al posto di Djuricic e Babacar, mentre Allegri fa rifiae Khedira, rilanciando Bentancur.

Cambiano gli attori, ma alla fine decide sempre Ronaldo che al 70’ si avventa come un falco sull’ano di Pjanic e di testa punisce Consigli: 2-0.
Il resto non conta, come gli ultimi minuti concessi a Dybala, al posto di Bernardeschi.
Eppure un duetto tra Paulo e Cristiano mette Emre Can in condizione di segnare.

Alla fine sembra troppa per il tenero Sassuolo. Ma è così solo in parte.
A Madrid la musica cambierà. E il Frosinone, vincitore contro la Samp, è pregato di dare poco fastidio!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply