ULTIM'ORA

Tragedia alla Solfatara: famiglia torinese, 3 morti, salvo a 7 anni.

tre-morti-nel-cratere-della-solfatara-a-pozzuoli-_fd2ff4f2-2542-44a1-abb8-d6c8eb3d9f93

di Serena Paoletti - Tre persone sono all’no del cratere della Solfaa di Pozzuoli.
Le vittime sono di e appartengono alla stessa famiglia: padre di 45 anni, madre di 42 e un glio di 11 anni, mentre un altro bambino di 7 anni si è salvato.

I tre sareero caduti nel fango bollente, in una voragine profonda 3 metri, che si è aperta mentre padre e madre stavano inseguendo il glio di 11 anni: questa la prima ricostruzione della tragedia della Protezione Civile campana. Il ragazzino avree superato la cordicella che deita la zona visitabile penetrando nell’area detta alle visite.

Ad estrarre i corpi sono stati i vigili del fuoco.

Il bambino avree oltrepassato il ite consentito del cratere nendo in una zona di ‘saie mobili’, terreno friabile da dove provengono forti esani di e perdendo i sensi. Il padre, nel tentativo di tirarlo su è stato risucchiato e, a sua volta, la madre ha cercato di aiue il marito: entrambi sono stati sopraffatti dalle esani.

“Sono qui da quarant’anni e un del genere non è mai accaduto”, spiega Armando Guerriero, titolare dell’omonimo bar in esercizio dal 1931 a poca distanza dall’ingresso della Solfaa.

Guerriero racconta che poco dopo la tragedia il piccolo, unico sopravvissuto della famiglia, è stato soccorso nel suo bar: “Aiamo cercato di tranquillizzarlo, ma era molto scosso. Chiedeva costantemente dei suoi familiari”.