ULTIM'ORA

Thohir: giorno unico, un grazie a Moratti.

erick-thohir-001

di Nina Madonna – Comunicati, interviste, commenti: ecco come è nata la nuova Inter, avanti adagio!

Scrive Massimo : “Dopo aver guidato il Club in una storia di successo, la Famiglia ha ora avviato un nuovo corso per assicurare all’Inter il futuro più brillante: dalla Grande Inter di Angelo (3 Scudetti, 2 Coppe dei e 2 Coppe Intercontinentali in 3 anni dal 1963 al 1966) al Triplete di Massimo nel 2010 e altri 4 Campionati Italiani. La Famiglia ha dapprima creato le condizioni e ora ha preso la decisione di dare all’Inter una presenza globale.

Erick , Rosan Roeslani, Handy Soetedjo e la Famiglia lavoreranno insieme per assicurare un futuro vincente e rendere il Club ancora più competitivo in Italia, in Europa e nel resto del mondo, in linea con la filosofia del Club sin da quando è stato creato nel 1908, quando i suoi fondatori decisero di chiamarsi ‘fratelli del mondo.

‘Penso che la storia dell’Inter si arricchisca di una nuova stagione, grazie ai nostri partner internazionali che, sono certo, contribuiranno alla continuità di successi. L’entusiasmo e il pragmatismo dei nuovi soci sono certamente una garanzia per il futuro’ ha dichiarato Massimo .

Auguro a Erick, Rosan e Handy di aggiungere altre vittorie ai nostri amati colori, con la fiducia e l’amicizia dei nostri fantastici si. La mia famiglia ed io continueremo a vivere questa straordinaria avventura insieme a Erick, Rosan e Handy, con la stessa dedizione e l’affetto che ci no all’Inter e agli Interisti”.

Scrive Erick : “Oggi è davvero un giorno speciale. Sono onorato che Massimo mi abbia affidato la responsabilità di guidare l’Inter in un nuovo capitolo della sua storia, e sono molto felice per il fatto che continuerà ad essere presente come mio partner. Il lavoro fatto dalla Famiglia , dalla Grande Inter di Angelo al Triplete di Massimo, ha reso l’Inter uno dei club più rispettati al mondo, per il suo valore in campo, e per il suo impegno e.

Sono un imprenditore, ma prima ancora un so e un amante dello . Non vedo l’ora di mettere la nostra passione e la nostra esperienza internazionale al servizio di questo fantastico Club e dei suoi si”.

Chi sono Erick ed i suoi soci.
Leader del gruppo di investitori, è un imprenditore con base a Jakarta, Indonesia, ed è fondatore e presidente di Mahaka Group. Le sue principali aree di business sono media and entertainment, incluse televisioni, radio, media digitali e stampa. Erick è co-proprietario del D.C. United, la squadra di calcio della Major League Soccer statunitense ed è stato Vice Presidente del Comitato Olimpico Indonesiano, oltre che Capo Missione per i Giochi Olimpici del 2012.

Rosan Roeslani è un importante uomo d’affari indonesiano, e un investitore con focus su settori strategici inclusi quello bancario e finanziario, delle infrastrutture, immobiliare e turistico. È Vice Presidente del settore bancario e assicurativo della Camera di Commercio Indonesiana. Rosan Roeslani possiede una partecipazione nel club D.C. United insieme a .

Handy Soetedjo è un imprenditore indonesiano che lavora nel settore dell’energia e media. Handy è partner di Erick nel Gruppo Mahaka e ha partecipato all’acquisizione della squadra di basket NBA Philadelphia 76ers nel 2011.

“Oggi in Indonesia si celebra l’Eid Al-Adha, speriamo che questa firma sia una benedizione”. Erick benedice l’annuncio dato dal presidente sulla del 70% dell’Inter. L’Eid Al-Adha è la festa del sacrificio in tutto l’Islam.

Ore 14.30.
Il presidente dell’Inter è tornato a parlare, chiarendo ulteriormente alcuni punti dell’accordo raggiunto con e sancito dalle firme arrivate in mattinata:

C’è stato un momento in cui è stato più commosso di oggi?
“A parte che non è ancora concluso nulla perché ci sono ancora tanti passaggi, ci possono essere tutti i sentimenti possibili. Ma non è un momento di commozione, bensì di attenzione per vedere come la società possa trarne il massimo vantaggio”.

Sarà un due o un uno?
“Non lo so”.

Ma il sentimento che prevale qual è?
“Stai facendo una certa cosa, e cerchi di farla bene; poi i sentimenti sono mille e devi fare ordine”.

Ventitre trofei con la famiglia , due terzi di quanto vinto dall’Inter: una storia che nessuno vorrebbe finisse.
“Ma io rimarrò comunque nella società, quindi sotto un certo aspetto la storia continuerà. Finché potrò essere utile continuo, poi qualcun altro dimostrerà di esserlo altrettanto”.

Ma avete raggiunto il 70%?
“Sì”.

Ore 12.00.
Nuove parole di Massimo sul passaggio del 70% dell’Inter a Erick : “E’ stato firmato tutto, tra poche ore ci sarà il comunicato. Soddisfatto? Sì, i tempi sono stati lunghi, ma alla fine ci siamo arrivati, la cosa sembra essere equilibrata”.

Cosa sente di dire ai si?
“Aspettiamo il comunicato stampa… Io stesso faccio finta che la cosa sia regolare, ma è chiaro che è sorprendente sotto il profilo del comportamento. Vedrò come mi sentirò”.

Le dispiace?
“Potrebbe mancarmi qualche cosa, non so se dispiacermi o adattarmi ad un ritmo diverso. C’è tutto l’amore ma anche il sollievo di lasciare tutto a gente molto per bene”.

Quest’Inter avrà ancora l’anima che le ha dato?
“Col tempo anche loro daranno la loro impronta. L’importante è che sia gente comunque rispettosa”.

Il closing slitterà dopo il 28?
“Beh, questa è una cosa relativa… I temi dell’Assemblea del 28 sono ti ai bilanci dell’anno scorso, per la parte nuova si può fare un’assemblea straordinaria”.

La decisione per la presidenza dipende da lei?
“Credo di sì”.

Ore 11.30.
Intercettato dai cronisti presenti davanti alla sede della Saras, il presidente dell’Inter Massimo ha confermato la chiusura della trattativa: “Abbiamo firmato tutto quanto”. Ora si attendono solo i comunicati ufficiali.

Ore 11.00.
Sul sito della Gazzetta dello arriva la conferma che è imminente l’annuncio dell’acquisto del 70% delle quote dell’Inter da parte di Erick . Il via libera è arrivato dall’Indonesia nella notte italiana e oggi i consulenti del magnate asiatico e quelli di Massimo si scambieranno le firme che sanciranno l’accordo. Attesi nelle pme ore anche i comunicati ufficiali.

Il Corriere dello ha intervistato in esclusiva l’ex dirigente dell’Inter Gabriele Oriali, che ha parlato del passaggio di proprietà del club e non solo: “E’ strano pensare a un’Inter che non avrà più come uomo unico al ndo, ma sono sicuro che lo sta facendo per il bene della società. Un mio ritorno? Se dovessero convocarmi in sede, non ci penserei un attimo a dire di sì”.

A proposito della trattativa per la vendita della società, entro domani si attendono le firme di via fax e nel pmo Cda del 28 ottobre potrebbero essere ratificati i ruoili degli uomini di fiducia di nel nuovo asset societario.

Sul fronte mercato, Tutto riporta l’indiscrezione di ieri del Mundo Deportivo sul presunto interesse del Barcellona per Milito, mentre in entrata tornano a crescere le azioni di Dusan Basta (29), esterno destro dell’Udinese che ha confessato di voler vestire un giorno la maglia dell’Inter.