ULTIM'ORA

Tavecchio: no a 18 in A e Ferragosto, colpa dei giocatori! Tifo Napoli…

Carlo Tavecchio all'assemblea Lega Nazionale Dilettanti LND

di na Collina – Carlo Tavecchio stoppa una Serie A ridotta, con calenderio er League… “E’ pura utopia dire di ridurre da 20 a 18 squadre la Serie A, si può operare solo sui sui campionati minori con forme di ristori. Il mio pensiero è semplice: le feste comandate, non si può giocare, ma il 26 o il 27 dicembre sì. Il tabù è il giorno di . Difcile anche iniziare a Ferr ma in prossimità credo di sì”.

Secondo Tavecchio “nché ai professionisti di Serie A non entrerà in testa che la complementarietà con le altre due leghe (B e Pro) può essere importante, il problema sarà arduo”.

Tavecchio ha parlato anche degli investimenti cinesi. “Se la provenienza è lecita e l’esse è trovare sbocchi in credo che la scelta del campionato italiano debba essere accettata tranquillamente”.

Il campionato. “Voglio fare auguri di vero cuore a Perin. E’ stato un nostro portiere n dall’inizio”. “Il italiano è in crescita in questo momento, non solo per gli investimenti ma anche per l’immagine che stiamo dando con l’utilizzo dei giovani”.

Meglio le esi alle big del Centro-Sud? “Non ho mai detto che e servono al campionato di più di e Napoli. Ho detto che si sente la mancanza delle esi, non si può mettere in bocca a me antagonismi tra squadre del Nord e del Sud. E pensare, e non l’ho mai detto, che Napoli è la città a cui sono più affezionato di tutte”.

Un pensiero all’ ct Conte: “C’è grande soddisne da parte mia per quanto sta facendo Antonio Conte al Chelsea, io sapevo che ci avrebbe lasciato dopo due anni già al momento dell’accordo con la Nazionale. Ci sono delle occasioni che capitano una volta sola nella vita. La vedo non come una rivincita ma come un grande apprezzamento da parte del nazionale per un allenatore unico”.