ULTIM'ORA

Superbatterio in Usa, il mondo trema: non ci sono rimedi…

661c868f45f5c4dbabba55236551b0a6

Per la prima volta e’ arrivato negli Stati Uniti un super-batterio resistente a qualsiasi tipo di antibiotici: a lanciare l’allarme gli scienziati del Dipartimento alla Difesa Usa, che hanno individuato la specie di ‘escherichia coli’ nelle urine di una donna della Pennsylvania.
L’agente patogeno in questione – spiega il rap pulicato sulla rivista della Societa’ americana di microbiologia ‘Antimicrobial Agents and Chemotherapy’ – è resistente persino all’antibiotico di ultima generazione ‘colistin’.

Il rap non rende nota la condizione della donna portatrice del batterio, ma spiega che esperti dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) stanno indagando sulle modalità in cui la paziente avree contratto il micro-organismo. Tra le possibilità anche quella di una ospedalizzazione. Le autorità saniie della Pennsylvania stanno contattando familiari e conoscenti per accere che l’infezione non si sia diffusa. Questo particolare agente patogeno è stato denito dagli esperti “il batterio degli incubi”, che in alcuni casi può arrivare ad uccidere il 50% delle persone che ne vengono contagiate. A novembre scorso, la preoccupazione degli scienziati era scattata quando ricercatori ed inglesi avevano trovato batteri del ceppo resistente a ‘colistin’ in mli ed in alcune persone in . Il ceppo letale di escherichia coli – spiegano i media Usa – è stato successivamente individuato in altre zone dell’.

La scoperta anche in Usa, “ci sta mostrando che la strada di impiego degli antibiotici può essere arrivata quasi alla ne – ha detto oggi in una vista ai media Usa, Thomas Friedman, direttore dei Cdc – una situazione in cui non aiamo nulla da offrire a pazienti in reparti intensivi o con semplici infezioni urinarie”.