ULTIM'ORA

Stufi di Balo, ciao Italia: sos Mondiali, Raiola dal Monacò.

balotelli-applaude-totti

di Paolo Paoletti - Diciamola tutta: 1. ha ragione quando dice che questo modo di far calcio in tv è diseducativo e deleterio. Boban e la compagnia di giro di Sky sono pagati per fare critica non per dire fesserie e sopratutto non per esaltare cose banali perchè serve al sistema calcio--show!
2. è giovane ma non un pivellino. Guadagna non solo soldi, popolarità, benessere generale proprio grazie a questo Malasistema. Non può meravigliarsi o scendere dal pero. O accetta le ree del suo mondo o lo rifiuta e se ne torna in dove tutto è più serio.

Il tweet di , in Italia non mi capiscono…apre ufficialmente la crisi tra Mario e come fu con l’Inter del e ripetuti scudetti. L’area Italia è incompatibile con Balo, pressione eccessiva, necessità di forzare lo spettacolo delle parole in tv lo travolgono. Non sempre e non soltanto, per colpa sua.
E’ un problema che toccherà al Mondiale che rischia di esagitare serenità e qualità del gruppo azzurro.
Chiedergli, a 24 anni, di maturare è un non senso: Mario è così. Prendere o lasciare.
Gli eccessi gli appartengono e José Mourinho, che lo conosce più di tutti, ha già spiegato che a 27-28 anni sarà il momento del miglior possibile.

Durante il Mondiale Mino Raiola cercherà la soluzione meno dolorosa. Trattenerlo contro la sua volontà o contro la logica del calcio show-busines italiano è controproducente.

Il divorzio dal sarà drammatico: perdere significa perdere un talento. Da giorni c’è il Monaco, un mese fa fece capolino il Tottenham, Raiola ‘vede’ una soluzione se dovesse vendere Cavani.
Un rebus che si somma a quello di Seedorf. Insomma il cane che si morde la coda.
E la tempestività con cui Berlusconi ha girato il coltello nella ferita di spiega tutto.

Cronaca di Malatv.
Litigio in diretta, dopo -, fra Mario e i commentatori di Sky, Panucci, Marocchi e Boban. “Mi muovo poco in campo? – ha detto Supermario replicando a un’osservazione tecnica – chi lo dice non capisce di calcio, fidatevi. Parlate sempre di me, se perde è colpa mia. La sostituzione? Non l’ho capita”.

Seedorf,discusso con ?vedete sempre negativo – ”Ho scelto di togliere , ma quando è uscito non mi ha detto niente di che. Non dobbiamo sempre analizzare tutti i perché, quando c’è da sottolineare qualcosa di negativo su ‘Balo’ voi siete sempre pronti ma, al di là dei gesti a caldo, poi si parla e si risolve”.
Mario non ha litigato soltanto con gli opinionisti di Sky, visto che ci sono state anche ‘scintille’ con Clarence Seedorf dopo che il tecnico lo ha sostituito al 23′ st delle partita contro la . Ma, sempre dai microfoni di Sky, l’allenatore del tende a sdrammatizzare. ”Cosa ci siamo detti con ? Niente di che, è tranquillo ed è tutto ok – dice Seedorf -. Se era nervoso? No, mi sembrava giusto dare spazio a Pazzini. Siete sempre pronti a esaltare gli aspetti negativi di , veniva da settimane positive sia come che come comportamento. Oggi non è riuscito, ma non è successo nulla”. ”Vivo negli spogliatoi da tanti anni, con Taarabt si è già chiarito – ha aggiunto il tecnico -. Succede di dirsi qualcosa in campo, siamo d’accordo che preferiremmo non vederli, ma quando succede poi si risolve tutto”. Sul suo futuro nel Seedorf ha risposto così: ”sono domande che dovete fare al signor . Io conosco la mia posizione a livello contrattuale. Siamo abituati a un che fa la differenza a livello societario in queste cose, ma in questo momento queste domande non vanno fatte a me. So perché sono stato chiamato e cercherò di dare tutto quello che ho fino alla fine”.