Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 2: parser error : EntityRef: expecting ';' in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: -Del Piero. E gli scanzonati, terribili, ‘fratelli di latte’ Vialli&Mancini. in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217
ULTIM'ORA

Stadi vuoti? Ottimo, il calcio va pulito!

url-3

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 2: parser error : EntityRef: expecting ';' in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: -Del Piero. E gli scanzonati, terribili, ‘fratelli di latte’ Vialli&Mancini. in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

di Paolo Paoletti - Gli ultras Curva Nord Inter protestando contro Tosel, fanno una provocazione intelligente anche se con finalità sbagliate.
Una domenica con tutti gli stadi chiusi farebbe, infatti, capire molte cose. Innanzitutto ai presidenti dei club, poi a Sky e Mediaset, quindi agli italiani che per una volta si libererebbero dalla schiavitù!

Attenzione, io per lavoro e per passione sono tra coloro che seguono 2 a volte 3 partite la domenica: pranzo, pomeriggio e cena…
La crociata quindi va fatta per utilizzare il silenzio che è sempre d’oro.

Ragazzi, lasciamo stare gli articoli 2 e 3 della Costituzione…
La libertà di pensiero e di parola non consente di offendere, non consente vessazioni, non consente di dire tutto ciò che ci pare. Proprio perchè tutti i cittadini hanno pari dignità e e sono eguali davanti alla Legge, proprio per questo, nessuno può arrogarsi il diritto di apostrofare l’altro in alcun modo. Cosa che costantemente capita negli stadi italiani, di tutte le categorie. Dove per il sol fatto di sentirsi protetti ‘dal branco’ ci si arroga il diritto di trascendere.
Tutto ciò deve finire, deve essere represso fortemente, deve essere rieducato con esempi, modelli e habitat che questo calcio ha perso.

Tutti gli stadi d’Italia, in ogni partita, sono ricettacolo di ubriachi, drogati, violenti, ignoranti. I daspo non si contano più e il provvedimento non serve a niente. Tutti gli italiani sono costretti a pagare 8.000 euro a partita per 120 agenti di media impegnati nel servizio d’ordine. Oltre 2,5 miliardi ogni anno solo per la . Follia.

Jo Condor lo abbiamo scritto sulla fronte tutti noi. Altro che…
I presidenti fingono sciagure, ma i bilanci-in-rosso che fanno diventare nero Platini, sono i soldi sprecati e avuti dalla banche, altri soldi della gente.
Quanti ne hanno avuti il , l’Inter, e Lazio…etc etc. Il è scivolato su Totò Naldi, l’unico presidente fesso della storia del calcio: ci ha perso di tasca sua oltre 100 miliardi. Il , nonostante i debiti, non sarebbe mai fallito. Eppure aveva bilanci non approvati da 5 anni e Ferlaino con tutto il CdA è rinviato a giudizio per responsabilità amministrative che non si possono sotterrare.

Lotito ha transatto debiti terrificanti con Equitalia, rateizzati in 40 anni… mentre, tanti imprenditori, si sono ammazzati per i debiti che non hanno potuto rinviare. Queste sono le vergogne del calcio, non le sanzioni sacrosante di Tosel.

Poi c’è la categoria dei De Laurentis…in 9 anni s’è messo in tasca 78 milioni di euro. Si paga uno stipendio da 4,5 milioni l’anno (lui, moglie e figlio). Ha risolto tutti i debiti della Filmauro con i soldi dei napoletani: botteghino, sponsorizzazioni, merchandising, decoder Skly e Mediaset!

Questa è la merda che deve scomparire dal calcio. Non le regole della giustizia sportiva che peraltro nessuno rispetta.
Palazzi si metta l’anima in pace: la commedia è finita. Il calcio partorisce tanti ‘Mauri’ – per citare l’ultimo caso – ogni giorno, fin dalle li. Tanto c’è il Tnas che mette tutto a posto.
Uno schifo!

Nel comunicato gli ultras nerazzurri citano politici e partiti politici che si fondano sulla discriminazione territoriale. Proprio per questo la Lega Nord va lottata, come va difesa l’unità del territorio italiano e le possibilità che lo stesso DEVE a tutti i cittadini da Aosta a Caltanissetta.
E’ vero non è cosi…l’Italia vive troppe velocità diverse e ciò discrimina, come discrimina la condizione della scuola, degli ospedali, del lavoro. Istruzione, salute e indipendenza economica sono i capisaldi della dignità umana, per questo il calcio non può fallire.
Purtroppo, come tutto il Paese è in mano a Quaquaraccuà!

-Galliani, De Laurentis, Zamparini, Preziosi, Cairo, Lotito, sono i peggiori. Tritano tutto, solo business. Usano e gettano: allenatori, giocatori, anche i si, quelli che scioccamente continuano ad andare allo stadio.

Il calcio ha urgenza di normalità. Come era negli anni Sessanta-Settanta, fino a quando Silvio B non irruppe con l’arroganza del nuovo sogno italiano. Il Suo ad ogni costo, costruito sull’imbroglio, la corruzione, il dispregio della legge.

Poi, il buio. Se non per pochi stranieri che almeno in campo erano Superbig: Maradona, Platini, , Passarella, Socrates, Rummenigge e Mattheus. Altro che Supermario Balotelli.

Oggi salta all’occhio la personalità di Benitez e Garcia…chi sono?
Liedholm è l’unico. Poi tanti bravi professionisti, seri, attenti, misurati: Scopigno, , Radice, Bagnoli, Capello, Ancelotti, Bianchi. Qualche saltimbanco d’altri tempi come Bruno Pesaola…mosche bianche.

Chi ha capito tutto è andato via presto, vedi Spalletti e Mancio. Ancelotti e Capello torneranno da pensionati. Prandelli suda sette camicie per tenere in piedi la Baracca Azzurra. Non il calcio, finito così.

I si lasciassero veramente vuoti gli stadi, non per . Forse potremmo ricominciare!