ULTIM'ORA

Spalletti straccia Juric: 5-0, ora Barça!

C_29_fotogallery_1023367__ImageGallery__imageGalleryItem_27_image

di Nina Madonna - L’Inter batte 5-0 il Genoa e infila il 7° successo consecutivo, tenendo il passo del Napoli con 25 punti e secondo posto.
Gara già chiusa in 16′: in Gagliardini e Politano dopo disimpegni sbagliati dei rossoblù.
Nella ripresa segna ancora Gagliardini al 5′.
Nel finale sigilli di Joao Mario e Naingan.
Il modo migliore per l’Inter di preparare la sfida col Barcellona.

VOTI DECISIVI
Joao Mario 8. Tre assist e finale. Ma c’è di più: gestione del pallone sempre perfetta per pulizia e tempi di gioco, aggressioni in avanti e recuperi. Spalletti trova la mezz’ala che mancava.
Gagliardini 7,5. Il più penalizzato nelle rotazioni risponde con una grande prova. Da mezz’ala difende e imposta, cosa che non gli riesce spesso, ma si libera anche in avanti. Riempie l’area, fa due , sfiora la tripletta.
Dalbert 7. Studia un’azione d’ del Genoa, si prepara e compie una chiusura da difensore gato. Non era mai successo. Positivo anche in fase d’.

Romero 6,5 – Chiedete di lui a Lauo Martinez. Imbriglia il Toro, lo costringe ad una lotta su ogni pallone e ne esce quasi sempre vincitore. Con le buone e con le cattive.
Pandev 5. Si fa noe solo per l’ovazione che San Siro gli tributa al 5′ della ripresa quando viene sostituito.
Kouamé 6,5. Attenzione, perché questo ragazzo, che non scopriamo oggi, ha qualità differenti dagli altri. Tiene la palla ed è l’unico a permettere al Genoa di alzarsi un po’.

TABELLINO: INTER-GENOA 5-0
INTER (4-3-3): Handanovic 6; D’Ambrosio 6, De Vrij 6,5, Skriniar 6,5, Dalbert 7; Brozovic 7 (42′ st Naingan 6,5), Gagliardini 7,5, Joao Mario 8; Politano 7 (13′ st Keita 6,5), Lauo Martinez 6, Perisic 6 (31′ st Borja Valero 6).
A disposizione: Padelli, Vrsaljko, Vecino, , Ranocchia, Asamoah, Miranda, Candreva.
Allenatore: Spalletti 7,5

GENOA (3-5-2): Radu 5,5; Biraschi 5, Romero 6,5, Gunter 4,5; Pereira 5, Romulo 5,5 (35′ st Omeonga sv), Sandro 5,5 (13′ st Veloso 5,5), Bessa 5, Lazovic 4,5; Pandev 5 (6′ st Piatek 5,5), Kouamé 6,5.
A disposizione: Vodisek, Russo, Lisandro Lopez, Lapadula, Mazzitelli, Lakicevic, Medeiros, Zukanovic, Hiljemark.
Allenatore: Juric 5

Arbitro: Valeri

Marcatori: 14′ pt e 5′ st Gagliardini, 16′ pt Politano, 46′ st Joao Mario, 48′ st Naingan

Ammoniti: D’Ambrosio (I), Gunter (G), Lauo Martinez (I), Sandro (G), Veloso (G)

Dopo il 5-0 rifilato al Genoa, Luciano Spalletti è felice.
“La squadra ha fatto una prestazione solida e di livello. Abbiamo avuto l’impatto giusto con la partita e siamo stati ati. Fare possesso palla in sicurezza è fondamentale, alleggerisce il lavoro della difesa e alza la qualità del gioco di squadra. Che soddisne sentire gli applausi dei 70mila di San Siro”.

“La squadra è cresciuta grazie al possesso palla. La manovra diventa un gioco di squadra in cui tutti toccano la palla e si esaltano le qualità individuali. Se poi si fa anche , è il massimo”.

Si Gagliardini dopo atteso dopo tante panchine. “Dietro tutto c’è la serietà dei calciatori. Gagliardini ci era rimasto male per non aver giocato contro la oppure per non essere in lista , ma ha una testa seria e per me diventa tutto più facile. Non ha abbassato la qualità nell’allenamento e oggi si è visto”.

“Passa tutto da questa serietà nell’essere professionisti. E di questi calciatori noi ne abbiamo diversi: Joao Mario è quello più evidente, Dalbert anche e mi fa particolarmente felice perché spesso vive le partite con ansia e poi sbaglia anche le cose che sa fare facilmente”.

Spalletti la dedica al blico: “Vedere 70mila che applaudono e sono nti è la più grande soddisne. E’ evidente l’amore per questi colori e noi dobbiamo merici questi applausi”. I

Ora il Barcellona: “Abbiamo imparato dall’andata che i catalani riuscivano a eludere i nostri tentativi di rientrare in gara. Un po’ come è successo oggi a noi contro il Genoa, su quegli spazi nei quali siamo riusciti a far male”.