ULTIM'ORA

Spalletti-Juve, tutti guadagnerebbero!

url-3

di Romana Collina - Luciano Spalletti è da Juve? Sì, ma…
I dui nascono per le 3 scontte nei momenti cruciali della stagione: -Roma 1-0, 17 dicembre, scontro diretto per lo ; Lazio-Roma 2-0, 1° marzo, seminale di andata di ; Roma- 1-2, 4 marzo, scontro diretto per il secondo posto!

ATTENUANTI. Per ogni ko c’è un attenuante: allo Stadium la Roma ha sempre perso, chiunque fosse l’allenatore; in i giallo hanno ancora a disposizione il di ; nonostante la scontta con il (battuto all’andata 3-1 al ), la Roma è sempre seconda dietro la Juve a -8 senza speranze di titolo ma prima delle altre con scontri diretti col a favore.

TUTTOFARE. Spalletti, alla Roma, fa talmente tante cose, da non poterle controllare tutte. Con ripercussioni anche sul rendimento della squadra, soprattutto nei momenti clou. A Trigoria non si occupa solo degli allenamenti e della formazione, ma parla di tutto e gestisce tutto. In conferenza, si espone su , mercato, Totti, rinnovi di contratto. E lo fa per colmare una oggettiva carenza di leadership degli uomini che, in società, dovreero occuparsi delle questioni.

PER CRESCERE. In una società perfetta come la , Spalletti primo candidato, ma non l’unico, alla successione di Allegri dal 1° luglio potree dedicarsi ‘solo’ ad allenare, fare la formazione e gestire le questioni di spogliatoio. Le sue qualità di tecnico, tattico e stratega verreero valorizzate, consentendogli il denitivo salto di qualità. Se ne gioveree lui e anche la Juve!