ULTIM'ORA

Spalletti gode, Roma beffata, la Var produce guerra!

224428893-6804ae59-ea34-4386-8dd1-45b0db4cc486

di na Collina - battuta 3-1 e beffata. Il Var è già un caso e dopo Gianluigi Buffon anche la sconfessa il Video Assistence Referee.

L’episodio Skriniar-Perotti, con ipotesi di calcio di rigore non fischiato e non analizzato dal Var porta alla guerra delle parole, che non si fermerà con -Inter e Genoa-!

Di Francesco attacca: “Io credo che sia stato utilizzato, poi hanno visto in quel modo. Condivido che bisogna parlare di calcio, io sono contrario al VAR ma bisogna guardare avanti perché l’errore ci sta. Però perché dare angolo se l’ha toccata Perotti?
Questo è assurdo: l’azione è stata rivista ed è stata sbagliata. O dai o non dai, Skriniar non tocca la palla. Detto questo, non alleno più il Sassuolo. Ora che sono alla mi aspetto più di attenzione, visto che aiamo giocato per 70′ da grande squadra. Mi sono piaciuti davvero i ragazzi.”

Perotti rincara: “Pensavo si andasse a vedere il Var, come è avvenuto a Genova. Chi è dentro penso aia visto che è chiaro, se la tecnologia nuova non si usa bene… Magari il problema non è solo la tecnologia. Magari l’arbitro ha sentito il Var e gli ha detto che non era rigore”.

Siamo appena alla seconda partita e per il Var è già guerra.

Cominciata sugli spalti con i fischi a Spalletti. Luciano si è presa una grande rivincita e alla fine ammette: “mi hanno fischiato i ani”. Anche non ha fatto nulla per spegnere la polemica con il tecnico anzi. Ed il 3-1 interista, molto fortunato per i 3 pali colpiti dalla , ha fatto godere il tecnico toscano fino a 2 mesi fa sulla panchina giallorossa.

Della gara resta la buona prestazione della , il gol di Dzeko, la fortuna dell’Inter e la doppietta di che non partecipa al gioco ma in area di rigore è devastante.
Troppo poco per il primo scontro diretto del meglio del calcio italiano!!!

NOTE. Un incredibile (4 gol in due partite) e un gol di Vecino permettono all’Inter di vincere 3-1 in rimonta sul campo della e di continuare la corsa a punteggio pieno in vetta. La partita dell’Olimpico è pazzesca: Dzeko porta avanti i giallorossi (15′) che colpiscono anche tre pali con Kolarov, Nainggolan e Perotti. Quando però il match sembra in ghiaccio si sveglia , che ribalta il risultato (67′ e 77′). Vecino la chiude all’87′.

VOTI DECISIVI
Gagliardini 5. Perde anche la dove Ventura gli preferisce Montolivo. In ritardo di condizione, in grande difficoltà contro Nainggolan senza garantire copertura alla difesa. L’Inter cresce dopo la sua sostituzione
8. Quattro gol in due partite e quattro gol difficili. Finalmente anche all’Olimpico applausi a scena aperta. Partecipare al gioco, come gli chiedeva già Mancini, non è per lui ma sotto porta mette .
Spalletti 6. Se è bravo a cambiare in corsa la partita, come già contro la , ha sbagliato in partenza. Si vede la sua mano nel gioco e lo ringrazierà.

Dzeko 7. Partecipa allo sviluppo del gioco della squadra che si appoggia su di lui per permettere ai centrocampisti di inserirsi. Sotto porta fa gol con bravura come : l’1-0, stop e tiro al volo, è una bellezza.
Perotti 7,5. Imprendibile per quasi tutta la partita, fa impazzire D’Ambrosio e colpisce uno dei tre pali giallorossi. Rispetto a Bergamo decisamente più reattivo e in palla. Può essere l’uomo in più di questa
Juan Jesus 4,5. Reinventato terzino destro per necessità, anello debole della . Regge nel primo tempo, perché Perisic è fuori di testa e lo lascia vivere sereno. Quando il croato si sveglia, è bambola. Da Perisic arrivino gli assist e Vecino.

TABELLINO. -INTER 1-3
(4-3-3): Alisson 6; Juan Jesus 4,5, Manolas 5,5, Fazio 5, Kolarov 6; Nainggolan 7, 6 (38′ st Under sv), Strootman 5,5; Defrel 5,5 (17′ st El Shaarawy 6), Dzeko 7, Perotti 7,5 (46′ st Tumminello sv). A disp.: Skorupski, Lobont, Moreno, Ciavattini, Gonalons, Florenzi, , Gerson, Antonucci. All.: Di Francesco 6,5
Inter (4-2-3-1): Handanovic 6; D’Ambrosio 5, Miranda 6, Skriniar 5, Nagatomo 6 (11′ st Dalbert 6,5); Vecino 6,5, Gagliardini 5 (1′ st Joao Mario 6,5); 6 (39′ st Cancelo sv), B. Valero 5,5, Perisic 7,5; 8. A disp.: Padelli, Berni, Ranocchia, Ansaldi, Brozovic, Jovetic, Gabigol, Eder, Pinamonti. All.: Spalletti 6
Arbitro: Irrati
Marcatori: 15′ Dzeko (R), 22′ ste 32′ st , 42′ st Vecino (I)
Ammoniti: (I), Juan Jesus (R)
Espulsi: -

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply