ULTIM'ORA

Spalletti apre: dopo il derby il futuro!

url-26

di Romana Collina - Seminale di Coppa , derby Roma-Lazio: Spalletti lancia l’ultimatum…
“Dopo la partita di domani si può parlare anche del mio futuro. I miei giocatori sanno quanto sarà importante. Per noi è unea che può determinare molto. Il mio tentativo era motivarli per domani, dato che ci giochiamo una nale. Questo no a questa partita qui, dopo si ragiona in maniera diversa. Sul contratto si è parlato troppo, ora si va dritti no alla ne del campionato. Quello usato no a ora viene usato per motivare i giocatori no a una partita specica”.

Fondamentale avere i allo : “La Curva Sud può incidere molto ma noi dobbiamo creare le condizioni per farli essere determinanti, possono esserlo. Noi dobbiamo far vedere il nostro, dalla voglia che hanno i riusciranno a trasferire qualcosa, ma noi dobbiamo essere i primi un passo per fargli aspirare il pallone in porta. Risucchiare? Si può usare spingere, o risucchiare, dipende da che parte giochi”.

SECONDO POSTO. “Dal pareggio di ieri tra - vien fuori che la Roma nel girone di ritorno ha fatto più punti di tutti. Questo è un dato di fatto che diventa fondamentale per dire che domani sarebbe la ciliegina sulla torta. Sia noi che i nostri avversari ci siamo costruiti la possibilità di un futuro importante.Anche la Lazio ha fatto un campionato importante. Possono giocarsela con il per la Champions”.

O PAREDES? “Il tiro da fuori può essere una qualità che ti da aperture. Dato che sono in vantaggio mi immagino la Lazio faccia una partita chiusa, il tiro da fuori diventa importante. Ce l’ha Paredes, ma ce l’ha anche Nainggolan che lascia andare roba pesante. Anche Strootman da fuori, lo stesso Grenier con le punizioni. Oggi valuteremo bene ma siamo nelle condizioni di scegliere bene”.

RIZZOLI. “Penso che la nostra categoria degli sia una delle migliori se non la migliore. A me va bene qualsiasi fosse stato scelto. Quello che spero è che ci sia un tempo effettivo che assomigli alla media normale delle partite. Alcune si giocano in 50 minuti di tempo effettivo, altre in 60, dieci minuti possono essere fondamentali”.

DA SABATINI A MONCHI. “Quello che pensa Sabatini lo so, io l’ho fatto sentire un direttore importante così come lui mi ha fatto sentire un allenatore importante. Siamo stati ore e ore a contatto, siamo amici. Ora pensiamo alla partita di domani sera. Di allenatori ce ne sono tanti bravi, così come di calciatori, è importante la qualità che riesci a far nascere. Sono importanti tutte le componenti, non solo una persona”.