ULTIM'ORA

Spalletti, 1-1: Inter lumaca, Icardi gol.

C_29_fotogallery_1019520__ImageGallery__imageGalleryItem_1_image

di Rosa Della Morta - Donadoni si sente derubato, recrimina con i suoi: l’1-1 del Dall’Ara snta tutti e rilancia le paure nerazzurre di un ambiente fragile a fa a sedersi.

A Bologna primo pareggio in campionato dopo quattro vittorie di la. Una partita complicata: “Siamo andati più piano del solito – ammette – e aiamo dato al Bologna la possibilità di chiudere su tutti i passaggi. Mi è piaciuta la reazione del secondo tempo, ma doiamo fare di più”.

Donadoni ha detto di sentirsi derubato: “Mi sembra esagerato, ma se avessero vinto non avremmo potuto dire nulla”.

Luciano ha commentato l’1-1 contro il Bologna: “Siamo andati più piano del solito, non siamo riusciti a far viaggiare la palla bene in verticale per cui aiamo dato al Bologna la possibilità di chiudere tutti i passaggi, a parte nel nale del secondo tempo. Le intenzioni mi sembravano giuste per come l’avevamo preparata, poi però aiamo insistito troppo col fraseggio a centrocampo. Dovevamo essere più veloci e dovevamo avere più faccia tosta nei contrasti, ci voleva più lotta individuale. Noi siamo una squadra che tende ad aassare il livello di intensità però nella ripresa aiamo fatto bene,anche dopo il pareggio. Si è vista una squadra che voleva ribale la partita, non siamo stati molto precisi ma il secondo tempo è stato buono. Doiamo essere più continui e più cattivi, ivamente parlando. E’ chiaro che non basta, bisogna fare di più, nessuno ti concede niente, l’aver vinto le partite precedenti non ti dà dei diritti. meglio rasato che biondo? Probabilmente sì, stasera ha fatto gol, adesso infatti glieli taglieremo tutti con la lametta”

NOTE. Un ottimo Bologna ferma a quattro il numero di vittorie consecutive dell’Inter. Nell’anticipo della quinta giornata di Serie A, è arrivato l’1-1 tra i rossoblù di Donadoni e i nerazzurri di . Vantaggio bolognese al 32′ con uno scatenato Verdi, bravo a battere Handanovic dal limite dopo una prima parte di gara da assoluto protagonista. Il pari dell’Inter è frutto del rigore segnato da (77′) dopo un errore banale di Mbaye.

VOTI DECISIVIo
Verdi 7,5. Devastante: di , col mancino, su tutto il fronte d’. Il gol è una perla. Qualche errore in zona gol.
Donsah 7. Lotta ma legge il gioco anche in fase di costruzione. Ruba palloni e rilancia con due tocchi.
Mbaye 5. Perfetto no al rigore procurato su Eder. Ingenuità grave in una situazione una palla innocua.

Borja Valero 5.Compassato e tecnico, ma è cancellato dal pressing dei centrocampisti di Donadoni.
Joao Mario 4. Calamita le azioni d’ e le rallenta. Troppi tocchi per decidere la giocata, una manna!
Miranda 5. Soffre e non poco su Petkovic. Non trova l’ammonizione solo per caso, colleziona una serie di interventi fallosi sull’avversario

TABELLINO. BOLOGNA-INTER 1-1
Bologna (4-3-3): Mirante 6; Mbaye 5, Helander 6,5, Gonzalez 6,5, Masina 6; Poli 6,5 (27′ st Taider 6), Pulgar 6, Donsah 7, Verdi 7,5, Petkovic 6,5 (42′ st Okwonkwo sv), Di Francesco 6,5 (29′ st 5,5). A disp.: Da Costa, Ravaglia, Brignani, De Maio, Frabotta, Krafth, Nagy, Crisetig, . All.: Donadoni 6,5
Inter (4-2-3-1): Handanovic 6; D’Ambrosio 5,5, Miranda 5, Skriniar 5,5, Nagatomo 5; Vecino 5, Borja Valero 5 (41′ st Gagliardini sv); Candreva 5,5 (36′ st Brozovic sv), Joao Mario 4,5 (5′ st Eder 6), Perisic 5; 6. A disp.: Padelli, Berni, Ranocchia, Santon, Vanheusden, Dalbert, Karamoh, Pinamonti. All.: 5,5.
Arbitro: Di Bello
Marcatori: 32′ Verdi (B), 32′ st rig. (I)
Ammoniti: Poli, Donsah, Mirante, Petkovic (B); D’Ambrosio, Eder, Nagatomo (I)