ULTIM'ORA

Sosta Calcio: no problem, in pochi giorni si recupera!

ext

di Nina Madonna - Come fare per mantenersi in condizione? Alla domanda che tutti i calciatori si sono fatti risponde David Chiodo, fitness coach presso FC Inter o e Inter Academy.
Si parte da una considerazione:
- l’ in Champions League a Valencia è stata l’ultima a giocare 90′.
- le due ad avere fatto allenamento di rifinitura per ultime sono Inter e che avrebbero dovuto giocare il giovedì in .
- l’ultima gara di campionato è stata Sassuolo-Brescia, la penultima Juventus-Inter.

Lo dell’attività varia dai 10/12 giorni per alcuni ai 18/19 di chi non ha recuperato e non doveva fare le coppe. Un periodo lungo, non lunghissimo. E bisogna ancora arrivare al 4 aprile…

Chiodo spiega: “Con altri 15 giorni si sfora un mese di inattività. Durante il quale i calciatori devono avere due attenzioni basilari: la tonicità muscolare, la prima che si perde con la completa inattività, e l’aentazione, non più sotto stretta osservanza di dietologi e cuochi del club”.

Che fare?
“Il tono muscolare si conserva o in una piccola palestra adibita, se si ha la fortuna di averla in casa, oppure in un giardino. In caso contrario vanno bene anche esercizi da camera o le scale per fare gli squat”.

I calciatori sono seguiti a distanza?
“Certamente, in questo la tecnologia è fondamentale. Immagino videochiamate con i diversi preparatori atletici e penso anche con l’allenatore per la tattica. Lavori di gruppo con più calciatori colti”.

E l’aentazione?
“Sono certo che tutti i giocatori se ne sono tornati alle l case con menù personalizzati che rispetteranno alla lettera”.

Quindi non ci saranno problemi alla ripresa?
“Paradossalmente li possono avere gli infortunati. Se è vero infatti che questa lunga sosta ne favorisce il senza perdere partite, è altrettanto vero che non possono lavorare a stretto contatto con fisioterapisti e riatletizzatori”.

Se dopo il 4 aprile si torna all’allenamento collettivo?
“Si lavorerà sulle capacità aerobiche, per riprenderle non servono molti giorni”.

Cosa fare invece se la pausa si prolungherà.
“Purtroppo, con questa incertezza, non si può programmare nulla. Come sappiamo si ga a vista”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply