ULTIM'ORA

Roma, crisi fisica e di gol: solo Totti può!

serie-a-in-diretta-327873

di Matteo Talenti - Se Abramov si è guadagnata la pagnotta mentre Ljaijc è insufficiente e Ibaebo ha fatto il terzino, si spiega la pareggite della .

Terzo pareggio consecutivo e primo 0-0: nonostante 5 occasioni nette, i miracoli di Abramov – riserva nel Cagliari – e 19 calci d’angolo, la lascia il primo posto. La è che l’assenza di Francesco Totti, si sente oltre il previsto. Senza il capitano, senza genio, la media-gol è crollata.

Fino all’infortunio col , la squadra aveva una striscia di 7 vittorie consecutive, continuata sì, ma a fatica. Con il 37enne Totti la non ha mai segnato meno di 2 gol, poi il golletto risolutore contro Udinese, Chievo, Torino e Sassuolo, fino al primo 0-0 col Cagliari.

Non basta, altri segni denunciano l’empasse giallorosso: Strootman si è piegato sulle gambe sfinito; Benatia ha lasciato il campo con problemi al polpaccio; Ljajic e Flo molto affaticati.
è laureato in scienze motorie, dovrà spiegare il calo di condizione fisica.
La sofferenza senza Totti, non una prima punta, spiega che la è stata costruita senza attaccanti, con quel finto centravanti che solo Francesco sa recitare.

Se si aggiunge che Flo – un centrocampista adattato attaccante – è il miglior realizzatore, Gervinho è un ET del gol, Borriello uno ne fa e 100 ne spreca, Destro ha appena fatto capolino in panchina… il gioco è fatto.

al palo, quello di Gervinho a portiere battuto. L’unica occasione in cui Abramov non avrebbe potuto fare gran che. Posticipo amaro: per la prima volta, la perde la testa. La ntus è prima in classifica dopo 13 partite, il dietro 5 punti.
Presa con distacco, è che cola per i giallo. Non è così…è lo sfascio eè dietro l’angolo.

Perfino non riesce a mantenere l’aplomb e Celi lo sbatte fuori: 0-0 all’ contro il Cagliari con 5 occasioni perse: Strootman, , il palo colpito da Gervinho quelle eclatanti. Terzo pareggio consecutivo e 1 punto di ritardo sulla .

Risultato bugiardo, fino ad un certo punto. Per vincere bisogna segnare e non prenderne: alla con soli 3 gol, al passivo riesce bene la seconda fase, soffre nella prima. Il migliore in campo è stato Avramov, portiere di riserva a Cagliari, con 5 parate decisive. Non è una beffa.

I VOTI.
De Sanctis 6,5. Un solo intervento degno di nota in novanta minuti: perfetto. Salva il risultato con grande reattività e dando continuità all’inizio di stagione al top. Il Mondiale lo aspetta.
Ljajic 5,5. Ci prova, si muove molto ma non conclude mai. Gira troppo lontano dalla porta e quasi sempre di spalle. Tanto movimento poca pericolosità

Avramov 8. I fotografi grazie a lui hanno finito i nel giro di mezz’ora. Lui se n’è fregato e per tutti i novanta minuti, anche oltre, ha ribadito che dalla sua porta non si passava. Per buona pace di Gervinho e compagni.
Ibarbo 7,5. Lo trovi ovunque. Devi tenerlo e temerlo in contropiede, ma stare attento che non ti soffi il pallone sulla ripartenza. Curarlo da attaccante, superarlo da terzino. Lui c’è sempre

TABELLINO. -CAGLIARI 0-0
(4-3-3): De Sanctis 6,5; 7 (36′ st Bradley sv), Benatia 6 (45′ st Burdisso sv), Castan 6,5, Dodò 6; De 6,5, Strootman 6, Pjanic 6; Gervinho 6, Ljajic 5,5, Flo 6 (24′ st Borriello 6). A disp.: Lobont, Skorupski, Burdisso, Jedvaj, gnoli, Taddei, Marquinho, Ricci, Caprari, Destro. All.: 6

Cagliari (4-3-1-2): Avramov 8; Pisano 6,5, Rossettini 6, Astori 6, Murru 6,5; Dessena 6, Conti 6, Eriksson 6; Cossu 5,5 (36′ st Cabrera sv); Ibarbo 7,5 (49′ st Ariaudo sv), Sau 6 (20′ st Pinilla 5,5). A disp.: Adan, Del Fabro, Avelar, Ekdal, Ibraimi, Nenè. All.: Lopez 6

Arbitro: Celi
Ammoniti: (R); Pinilla, Conti, Eriksson (C)