ULTIM'ORA

Solo chi va avanti in Champions cresce!

combo.milanliverpool.romabarcellona.2017.18.750x450

di Paolo Paoletti - A Roma si fanno i conti: la seminale Champions, non è solo un risultato sportivo importante ma anche una seria boccata d’ossigeno per James .
Al netto degli incassi di botteghino delle gare all’Olimpico, la Roma è già sicura di ricevere dall’Uefa ben 79 milioni di euro. Bottino che salirebbe a 81 milioni in caso di eliminazione Juve.

Tra market pool, bonus per la fase a gironi, per gli , per i quarti, per la seminale e premi partite, la Roma quindi intascherà 79,45 milioni di euro. Stima per difetto.

Se la Juve non dovesse bissare l’impresa contro il , a anderebbero almeno 81,02 mln.
Sempre al netto del botteghino delle gare casalinghe e di una eventuale nale, che farebbe schizzare ulteriormente l’incasso.

Un tes prezioso, che da solo la riconferma di Di Francesco e di alcuni giocatori tra i quali Florenzi. Soldi necessari per mettere a posto i conti come da FpF e pianicare il sul mercato.

In palio poi ci sono ancora 11 milioni di euro in caso di nale e 4,5 per la a Kiev (più botteghino).

Nemmeno la Juve comunque può lamentarsi del bottino Champions.
Se la corsa di nirà ai quarti, i bianconeri avrebbero assicurati già 91,3 milioni (compreso botteghino). Meno dell’anno scorso (110,4 milioni solo dall’UEFA), ma una bella somma per rinforzare ulteriormente la rosa e investire su giovani talenti.

Se invece la Juve dovesse fare il miracolo-bis e volare clamsamente in seminale, gli introiti sfonderebbero i 100 milioni. Risultato straordinario per il secondo anno di la.

Napoli, e sanno che senza il treno Champions è dura competere a certi livelli.
Quindi cari De Laurentis, Li e Suning mettete mano al portafogli… solo così potrete restare!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply