ULTIM'ORA

Siviglia? Napoli rosica, ecco come si vince!

1458284211_980

di Paolo Paoletti – Quali sono i segreti del Siviglia? Bisognerebbe chiederlo a , provincialmente aggrappato ai della Champions!
Le sue tasche si riempiono, si svuota la bacheca del calcio italiano: chi ferma questo pazzo?
Il Napoli avrebbe potuto arrivare fino fino fondo all’Europa League, ha preferito il podio in campionato puntando i 30 milioni della partecipazione diretta alla ricca .
Male per il ranking italiano, bene solo per lui che deve imparare proprio dagli andalusi come si fa a vincere con i conti a posto!

Tre Europa League di fila, 5 negli 10, non è da tutti.
Un segreto è certamente il ds Monchi: lui compra, Emery li fa esplodere, sempre Monchi li rivende.
Con questo DS la plusvalenza è regola: Ramón Rodríguez Verdejo, Monchi per gli amici.

Al Siviglia ha giocato, era un portiere. Si ritira a 30 anni, dopo una retro. Lì inizia la sua favola da direttore ivo. Dalla seconda divisione ai trionfi in Europa. Spiega: “Nessuno stadio esporrà mai uno striscione con scritto: ‘Che meravigliosi incassi, grazie società! Bisogna anche vincere, saper reinvestire. Altrimenti sei un negozio, non un club amato dalla tua gente”.

KONDOGBIA, BACCA….Con soli 5 giocatori ha regalato al Siviglia plusvalenze da 100 milioni, senza smettere di vincere.
Quest’anno la squadra ha faticato in campionato, ma in Europa no.
Dani Alves ceduto al Barcellona a 36 milioni, l’aveva pagato 500 mila euro scovandolo nel Bahia; 23 i milioni di plusvalenza da Carlos Bacca: 30 milioni la clausola pagata dal Milan, 7 milioni il costo all’arrivo dal Brugge.
C’è anche Geoffrey Kondogbia, dal Lens a 4 poi al Monaco per 20: guadagno di 16 milioni.
Ivan Rakitic è stato ceduto ‘solo’ a 18 milioni perché in scadenza di contratto, ma fu pagato niente: 2 milioni dallo Schalke.
Gary Medel ora all’Inter, costò 3 milioni dal Boca, rivenduto a 13 al Cardiff.

Cinque miracoli che hanno portato 100,3 milioni di plusvalenze.
potrebbe opporre Lavezzi e , altrettanti incassi con soli 2 colpi…ma il Napoli non ha mai vinto niente se non 2 Coppette Italia. E fatto peggio con Benitez dopo il secondo posto di Mazzarri.

UN ROSARIO. Parlare del mercato del Siviglia è come sciogliere un rosario: Caceres, rivenduto a 9 milioni, Fazio, a 10 milioni, Seydou Keita a 14 milioni…. solo per ricordarne alcuni.
Uno degli è stato Aleix Vidal, comprato a 3 milioni rivenduto a 17.
Ma prima i canterani come Sergio Ramos e Alberto Moreno, ceduti a 27 e 18 milioni.

Anche Mochi a volte inciampa: non ha saputo rinnovare il contratto a Banega, che va all’Inter ma dal Siviglia fu pagato una miseria 2 milioni nel suo peggior momento. Così Diego Perotti, scoperto nel Deportivo Moron e preso per 200 mila euro. Al Genoa per i troppi infortuni, ma rinato in Italia.

I pmi colpi?
Krychowiak è stato pagato appena 5 milioni dal Reims, ora ne vale 20.
Gameiro è stato ‘regalato’ dal per 7 milioni, lo vogliono tutti.
Coke, uomo doppietta a Basilea, arrivò per 1,8 milioni. Ma ci sono anche Cristoforo e Vitolo.
Konoplyanka e Llorente hanno deluso? Certo, erano costati zero euro.

Perchè invece di Bigon e Giuntoli, De Lasurentis non prende un DS come Monchi?
Fa: il cinepresidente deve fare lui: non sa di calcio, ma sa molto bene come mettersi i in tasca!!!