ULTIM'ORA

Simeone-Ancelotti, Oblak rimanda al 22!

C_29_fotogallery_1009320__ImageGallery__imageGalleryItem_16_image

di Carmen Castiglia – rinviato a mercoledì pmo. Al Vicente Calderon finisce 0-0 l’andata dei di tra Atletico e . Oblak tiene vive le speranze di qualificazione dei colchoneros: il portiere sloveno salva su Bale in avvio di gara e compie almeno altre due parate decisive. L’Atletico cresce nella ripresa e nel finale spreca due buone occasioni con Godin e Mario Suarez. Si deciderà nel al Bernabeu.

I precedenti stagionali sorridevano all’Atletico, mai sconfitto nei sei derby già giocati in stagione, ma lo stato di forma e il recupero di giocatori chiave facevano pendere la bilancia a favore del nei pronostici della vigilia. Ancelotti, infatti, si presenta al Calderon con tutti i pezzi da novanta. A parte Pepe, non al meglio e rimpiazzato da Varane, all’appello non manca nessuno dei big. A centrocampo James Rodriguez e Modric affiancano Kroos, davanti la BBC (, Bale, Benzema) è al completo. L’Atletico risponde con le sue armi alla superiore qualità tecnica degli avversari, ma corsa e ‘garra’, almeno nel primo tempo, non sarebbero bastate senza un super Oblak tra i pali.

Il portiere sloveno compie il primo prodigio al 4′ respingendo con un braccio la conclusione ravvicinata di Bale, lanciato in porta da un erroraccio di Godin, poi è decisivo in almeno altre due occasioni: il numero uno si oppone ai tentativi dalla distanza di Bale e Rodriguez. In ombra Ronaldo, fischiato sonoramente dal Calderon. Il portoghese ci prova al 9′ su di punizione, ma Oblak è attento anche in questa occasione. E l’Atletico? Un solo pericolo creato nei primi 45′, favorito da un disimpegno errato di Ramos: Gabi innesca Griezmann ma il sinistro del francese dal ite è fiacco. Netta la crescita dei colchoneros nella ripresa. La squadra di Simeone guadagna metri, complice anche il calo del , e si fa vedere subito dalle parti di Casillas: al 49′ Arda Turan anticipa tutti sul cross di Juanfran ma il suo colpo di testa non inquadra la porta.

Una gomitata di Ramos costringe Mandzukic a ricorrere alle cure del medico, il croato rientra in campo con un cerotto sul sopracciglio insanguinato. Al 69′ doppia chance in pochi secondi per il , ma la difesa dell’Atletico respinge le conclusioni di Bale e Ronaldo. I cambi nell’ultimo quarto d’ora (Isco per Benzema, Raul Garcia per Griezmann, Torres per Koke e Arbeloa per Carvajal) non cambiano l’inerzia della partita. L’Atletico chiude in attacco, ma prima Godin e poi Raul Garcia non trovano il da posizione favorevole. Finisce senza reti, sarà la gara di mercoledì pmo al Bernabeu a decidere quale delle due squadre di Madrid volerà in semifinale.