ULTIM'ORA

Simeone-Ancelotti, Oblak rimanda al 22!

C_29_fotogallery_1009320__ImageGallery__imageGalleryItem_16_image

di Carmen Castiglia – Tutto rinviato a mercoledì pmo. Al Vicente Calderon nisce 0-0 l’andata dei quarti di League tra Atletico e . Oblak tiene vive le speranze di qualicazione dei colchoneros: il portiere sloveno salva su Bale in avvio di gara e compie almeno altre due parate decisive. L’Atletico cresce nella ripresa e nel nale spreca due buone occasioni con Godin e Mario Suarez. Si deciderà tutto nel al Bernabeu.

I precedenti stagionali sorridevano all’Atletico, mai scontto nei sei già giocati in stagione, ma lo stato di forma e il recupero di giocatori chiave facevano pendere la bilancia a favore del Real nei pronostici della vigilia. Ancelotti, infatti, si presenta al Calderon con tutti i pezzi da novanta. A parte Pepe, non al meglio e rimpiazzato da Varane, all’appello non manca nessuno dei big. A centrocampo James Rodriguez e Modric afancano Kroos, davanti la BBC (Cristiano Ronaldo, Bale, Benzema) è al completo. L’Atletico risponde con le sue armi alla superiore qualità tecnica degli avversari, ma corsa e ‘garra’, almeno nel primo tempo, non sarebbero bastate senza un super Oblak tra i pali.

Il portiere sloveno compie il primo prodigio al 4′ respingendo con un braccio la conclusione ravvita di Bale, lanciato in porta da un erroraccio di Godin, poi è decisivo in almeno altre due occasioni: il numero uno si oppone ai tentativi dalla distanza di Bale e Rodriguez. In ombra Ronaldo, schiato sonoramente dal Calderon. Il ghese ci prova al 9′ su calcio di punizione, ma Oblak è attento anche in questa occasione. E l’Atletico? Un solo pericolo creato nei primi 45′, favorito da un disimpegno errato di Ramos: Gabi innesca Griezmann ma il sinistro del francese dal ite è acco. Netta la crescita dei colchoneros nella ripresa. La squadra di Simeone guadagna metri, complice anche il calo del Real, e si fa vedere subito dalle parti di Casillas: al 49′ Arda Turan anticipa tutti sul cross di Juanfran ma il suo colpo di testa non inquadra la porta.

Una gomitata di Ramos costringe Mandzukic a ricorrere alle cure del medico, il croato rientra in campo con un cerotto sul sopracciglio insanguinato. Al 69′ doppia chance in pochi secondi per il Real, ma la difesa dell’Atletico respinge le conclusioni di Bale e Ronaldo. I cambi nell’ultimo quarto d’ora (Isco per Benzema, Raul Garcia per Griezmann, Torres per Koke e Arbeloa per Carvajal) non cambiano l’inerzia della partita. L’Atletico chiude in , ma prima Godin e poi Raul Garcia non trovano il da posizione favorevole. nisce senza reti, sarà la gara di mercoledì pmo al Bernabeu a decidere quale delle due squadre di Madrid volerà in seminale.