ULTIM'ORA

Sibilia: il calcio dilettanti farà rinascere l’Italia!

Figc: Sibilia, Lnd voterà compatta per rielezione Tavecchio

di Nino Campa - “Vogliamo nire la stagione. E’ nostro dovere, perché siamo il motore del ”. Un milione di persone ferme, tante partite, oltre alle 564.473 già disputate, ancora da giocare, i verdetti del campo da inseguire, con la volontà, se si riparte a maggio, di chiudere al 30 giugno.
Cosimo Sibilia, presidente della Dilettanti detta le sue condizioni per la ripresa delle attività post-cnavirus…

RISCHI FALLIMENTO. Poi ci sono gli altri numeri, ti al lav: 98mila quelli generati dal dilettanti. Sono invece tremila le società che rischiano di fallire a causa di questa emergenza. Molte vivono grazie alle sponsorizzazioni locali, piccole imprese che operano sul territorio e nanziano la squadra del proprio paese, oltre alle quote del settore giovanile e della : ma se tutto è fermo, tutto rischia di rimanere bloccato. Con molte squadre che rischiano di sparire. C’è la volontà di ripartire, ma anche il rischio di veder svanire parte di questa immensa e vasta realtà.

Spiega: “Spesso le persone non sanno no in fondo il ruolo che svolge la Nazionale Dilettanti. Aiamo dei numeri impressionanti in tutta , circa 60.000 squadre e 600.000 partite organizzate ogni anno. Vorrei evidenziare che in un momento così dif, ripartendo dal di base, possiamo aiue il paese a pensare a qualcosa di bello”.

“Mi piace evidenziare che noi esistiamo perché ci sono dirigenti di società, come i piccoli imprenditori, che ci aiutano a realizzare questi numeri. Portiamo avanti le nostre attività sportive e vorrei far capire l’importanza del nei piccoli comuni. Vivo in provincia di Avellino e ogni qui ha una squadra. Per questo è importante rimettere in sesto, alla ne di questa tragedia, il di base. Possiamo dare la possibilità di rinascere al nostro paese”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply