ULTIM'ORA

Shakira, Bar, Gisele modelli di bellezza per le italiane!

url

di Serena Paoletti - Le celebrity sono modelli di bellezza? Secondo uno studio ecco i 6 buoni propositi delle donne italiane ti ad altrettante star. Vorreero avere:

1. FONDO SCHIENA TONICO E PERFETTO DI SHAKIRA (58%)
2. PANCIA PIATTA COME BAR RELI (57%)
3. INTERNO COSCE LEVIGATO DI GISELE BUNDCHEN (55%)
4. BRACCIA TONICHE DI MARIA SHARAPOVA (49%)
5. I POLPACCI AFFUSOLATI ALLA JULIA ROBERTS (43%)
6. GINOCCHIA BEN TORNITE DI EMMA STONE (38%)

Tra le cose che le donne vorreero migliorare di loro stesse spicca il rassodamento a glutei, seguito da addome, interno coscia, magari con l’aiuto di macchinari e trattamenti mirati, secondo quanto emerge da uno studio condotto da Esthelogue (Gruppo El.En.) -su un campione di 1800 italiane di età compresa tra i 18 e i 65 anni,.

Prendersi cura di se stessi è un imperativo soprattutto per le donne, secondo le quali apparire in forma è sinonimo di salute, oltre che di benessere sico e mentale . Ma una buona percentuale di donne vive queste esigenze per sentirsi più belle e sicure di sé, sia nel rapporto con gli altri, sia nel rapporto di coppia .
Ma quali sono le problematiche maggiori per le quali le donne italiane vorreero avere la bacchetta magica? Per 8 donne su 10 il nemico numero uno è la cellulite (79%), seguita da episodi di rilassamento cutaneo (75%) e accumulo di adipe in particolari parti del corpo (68%). Ma non solo: per ‘lei’ una ruga di troppo può diventare un problema (67%), così come anche l’insorgenza di capelli bianchi (62%) e di peli superflui (58%).

E come raggiungere l’obiettivo? Per 1 donna su 2 la soluzione rimane la palestra (58%) dove seguire un piano di esercizi mirato e continuativo; senza dimenticare l’ainamento con un aentare controllato e bilanciato (51%). Ma non solo questo: per poter ottenere dei risultati mirati e duraturi, il 49% punta ad un aiuto dalla tecnologia, grazie ad apparecchiature brevettate con cui ottenere un rimodellamento del corpo. Come il sistema brevettato Icoone, ”che con il suo sistema di rullo con 1.160 micro-alveoli – spiega il prof. Maurizio Cavallini, specialista in chirurgia plastica e responsabile del servizio di dermato-chirurgia del Centro Diagnostico Italiano di o – interviene su più fattori garantendo maggiori risultati: il miglioramento della circolazione grazie a massaggio ed al led; il miglioramento della tonicità cutanea grazie al laser; il miglioramento della circonferenza laddove si determinano gli accumuli di ; il miglioramento del grado di ritenzione grazie al sistema a vuoto. Per vedere in modo signicativo un risultato occorrono circa tre mesi di tempo ma è necessario tenere uno stile di vita che permetta di continuare a combattere questo inestetismo molto fastidioso e un programma di mantenimento”.

Tra centri estetici (47%) e istituti di medi estetica (43%), le donne con trattamenti mirati, arrivano a spendere dai 700 ai 1000 euro all’anno (64%). Le applicazioni più richieste sono te in primis proprio agli inestetismi della cellulite (76%), adiposità localizzate (72%), rassodamento (67%), tonicazione (64%), drenaggio (61%) e stimolazione della circolazione (57%).

Cosa vorreero ottenere, nello specico, le donne italiane per ritenersi ‘perfette’? Per il 58% di loro, il buon proposito numero uno è dato dall’avere un fondo schiena tonico e perfetto alla Shakira, con cui riuscire a tornare ad indossare abiti attillati, aandonati da anni nell’armadio; a seguire sono invece coloro che non possono resistere dal desiderare di avere la pancia piatta come Bar Reli (57%), in vista della pma prova bikini, e l’interno cosce levigato di Gisele Bundchen (55%), seguito dalle braccia toniche come Maria

Sharapova (49%), i polpacci affusolati alla Julia Roberts (43%) e le ginocchia ben tornite (38%) alla Emma Stone, per una volta da non nascondere con gonne lunghe e pantaloni.

Essere più belli genera dei riflessi anche su come ci si vede nei confronti degli altri e di se stessi: per questa ragione sono in molti a ritenere che pensare più a se stessi dal punto di vista sico, permetta anche di ‘rigenerare’ la propria autostima. “Legittimo cercare la bellezza e la forma sica – afferma Michele Cucchi, psichiatra e direttore sanitario del Centro Medico Santagostino di o – Legittimo perché la vanità aiuta, come spinta pro e, a piacersi e piacere agli altri e quindi a inserirci come animali i nei gruppi”.