ULTIM'ORA

Sesta! Un girone di ‘Nessuno’ fa l’Italia.

immobile.italia.finlandia.esultanza.2020.750x450

di Paolo Paoletti - E’ imbarazzante tessere lodi per una vittoria sulla Finlandia! Il di oggi è così…
Ma non è vero che sono tutte difficili, si può perdere ovunque, eccetera. Possibile se non fai il tuo dovere oppure se hai dei negati invece di talenti.
L’ esclusa dal Mondiali è ripartita, ma suonare trombe e violini è ficante.
La Nazionale sta facendo il suo dovere, forse la metà. Si è qualificata agli Europei e alla prossima di ottobre all’Opico battendo la Grecia, farà biglietti anzitempo.

Meglio glissare sulle parole scontate di Mancio e Immobile, il quale dedica il al gol alla famiglia…

ha centrato la sesta vittoria di fila, la più difficile!
A 18 punti c’è il primo posto nel Gruppo J a punteggio pieno con 18 gol fatti e solo 3 subiti.
In Finlandia è stato un 2-1 per un rigore regalato e inesistente. Immobile e su rigore e Pukki su rigore.
Ora sono 6 i punti di vantaggio sulla seconda.

A il 12 ottobre contro la Grecia, serve vincere e programmare la spedizione.

Il punto è che non è stato affatto facile contro i finnici e Markku Kanerva ha ragione a lamentarsi come ha fatto con il Mancio alla fine. Loro tengono a essere ripescati e Teemu Pukki, 5 reti in League con il Norwich , inseguirà la qualificazione con il secondo posto da difendere contro l’Armenia.

Negli Azzurri bene Sensi, rigore a parte e Francesco Acerbi in difesa.
Mala brutta partenza ridimensiona tutti i commenti. Bonucci salva su Lappalainene e Toivio spaventa Donnarumma… poi si fa male Emerson ed entra Florenzi.
L’ comincia a carburare e Hradecky compie un miracolo su Sensi, prima delle occasioni di Barella e Immobile.

Pellegrini invoca un rigore, prima del vantaggio di Ciro Immobile dopo 2 anni dall’ultimo in Azzurro, su assist di Chiesa e deviato da Arajuuri quel tanto per vedersela arrivare sulla testa con i giri giusti.
Il pari di Pukki, su rigore, lo porta sulla coscienza Sensi, che si aatte ed esce dalla gara. prima del definitivo Il 2-1 ancora su rigore, inesistente, per un gomito attaccato al corpo di Vaisanen, chiude il discorso.

Gli azzurri hanno battuto i finlandesi 12 volte, poi 1 paro ed 1 indecente sconfitta, risalente al 1912.
Si può dire che è stata una Grande ?

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply